Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Raffaella Frese

Poetessa e scrittrice, nato domenica 27 febbraio 1977 a Basilea (Svizzera)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Raffaella Frese
Ci sono cicatrici che non si rimargineranno mai. In esse sono erte cupe lacrime, lacrime amare che non sanno cessare la loro corsa. La loro strada è fatta di ingiustizia, di tradimenti, di assenze, di mancanze. Queste cicatrici non conoscono altro che l'inganno, la finzione e l'arroganza. Non potranno mai essere rimarginate. Forse dai sorrisi sinceri; potranno essere occultate e dalle carezze del cuore, a volte potranno essere dimenticate. Ma Rimarranno indelebili nell'anima, cambiando il modo di pensare e di vedere il futuro, purtroppo!
Composto sabato 4 giugno 2005
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Raffaella Frese
    Pensiamo che per essere felici basta avere danaro, una bella macchina, una lussuosa villa, abiti firmati, gioielli e Swarovski. (Ma non è così). Aiuta tanto questo è vero. Per essere felici, occorrono gesti, gesti nati dal cuore, gesti che accompagnati alle parole, restano e non volano via come la nebbia. Ci vogliono gli abbracci intrisi di sorrisi. Ci vogliono attimi che dicono "Sono qui e senza di te, non vado da nessuna parte". Sono qui per esserci non per essere solo presenza o chiacchiere. Ecco la Felicità è sapere che qualcuno tiene a te davvero nel valore di ciò che conta davvero "l'amore, l'amicizia, la sincerità, il rispetto. Il resto si affievolisce come la nebbia che pian piano in lontananza sparisce.
    Composto domenica 11 dicembre 2016
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Raffaella Frese
      Natale è alle porte ma quest'anno la vena di festeggiamenti è un po' scarsa per chi ha la tristezza nel cuore, per chi non riesce a superare la perdita della mancanza. Il dolore è costante, e le lacrime non si possono nascondere al mondo. La tristezza è purtroppo una compagna di viaggio (insostenibile) quando lo sguardo vaga nel cielo e non cessa a diminuire e ritornare al presente. Natale è alla porta e voglio augurare a tutti quelli che hanno un angelo nel cielo, che hanno il cuore a pezzi, che quell'albero chiamato tristezza, dolore, disperazione venga annientato con l'albero della serenità, dell'amore, quello dei cari che non lasceranno mai la mano di chi ne chiede sostegno. Le lacrime scenderanno sempre, ma come si dice; purtroppo, la vita continua, per questo in qualche modo dobbiamo dare rispetto ad essa, amando noi stessi e i cari che ci amano, dandoci forza. Nel dolore non ci sono vincitori né vinti, ci sono solo coraggio lacrime e consapevolezze.
      Composto mercoledì 19 dicembre 2007
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Raffaella Frese
        A te cuore impavido che tra mille tempeste non esiti a combattere, a te che con saggezza sai muovere agilmente l'anima senza turbarla, in questi detriti di intrisa malinconie e indifferenza. A te cuore impavido che dalla consapevolezza della mia vita, hai saputo diffondere in me quell'autostima e rispetto, non solo per me stessa ma per chi mi si presenta di fronte. A te che ha saputo regalarmi quella voglia di eccedere nell'arricchire i valori dell'esistenza, facendomi muovere passi fermi e sicuri in questo buio che non cessa a diminuire. Dico grazie. Grazie. Dico grazie alla tua sicurezza, grazie alla tua speranza, grazie perché ora so muovere passi sicuri nel mondo, senza esitare ed avere paura. Sai; ignoravo di avere tale forza, ignoravo che l'esperienza della vita regala tanta saggezza, ignoravo che solo riconoscendo i meriti alla vita, le macerie scompaiono e le ombre diminuiscono. Perché la vita è un dono meraviglioso e meraviglioso è comprenderlo. Grazie.
        Composto domenica 8 luglio 2007
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Raffaella Frese
          Ci sono tanti tipi di violenza, molte gelosamente custodite. Ma sappiate care donne, che chi non vi porta rispetto, non vi ama minimamente. È un dato di fatto! L'amore è tutt'altra cosa. L'amore dona carezze non lividi. Ammira non degrada e mortifica. Il rispetto è il pilastro dove si erge quel sentimento unico, quello che non ha nel suo vocabolario; stai zitta cretina! Cosa ne sai demente! Non vali nulla. Chi pronuncia ciò è l'essere che non vale nulla, la sua pochezza è pari alla sua insoddisfazione e alla sua povertà d'animo. L'amore vero è un castello di mille parole dolci, non una palude di bestemmie e d'ingiustizie, di terrore, di paure verbali e fisiche.
          Composto sabato 5 maggio 2007
          Vota il post: Commenta