Questo sito contribuisce alla audience di

Diario


Scritto da: Cetty Cannatella
Ma io sono quella che si ribella a Orfeo perché ha lasciato la mano ad Euridice...
Quella che dice ad Arianna: corri avvolgi il filo rosso e bacia il tuo Teseo.
E adesso mi tocca discutere con Platone e il suo Simposio.
Dice che ognuno ha mezza mela esatta in giro per il mondo... ma se la mela perde pure l'altro seme?
Come può sentirsi completa... non può!
Le mancherà sempre qualcosa.
Socrate sorrise e mi guardò, come dire: te l'avevo detto?
Ma da ribelle quale sono rispondo, il seme non è perso io l'ho piantato e radicato con immenso amore io ho fede nel mio credo e ne raccoglierò i frutti... se questo non accadrà la mia fede mi sorreggerà.
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Cetty Cannatella
    E nel silenzio delle mie parole...
    Dove però il pensare ha un gran suono che mi scuote...
    Mi ritrovai come Virgilio e Dante.
    Nell'Antinferno a guardare gli Ignavi.
    Coloro che "a loro dire zitti per la pace" non dissero nulla, quando era giusto dire.
    E ora?
    Ora che le parole non servono più...
    Ora che le vostre parole non possono far tornare un sentimento... ora vorrebbero parlare.
    No!
    Risposi io.
    Continuate a sventolare la bandiera di nessuno, continuate a non stare, né nel bene, né nel male.
    Ormai il vostro sentire è vano come fu vano il vostro modo di non parlare quando da dire c'erano molte cose.
    Ora vi guardo e capisco Dante.
    Però per voi non ho disprezzo, ma rammarico. Perché ancora non vi rendete conto, che nella vita ci vuol coraggio...
    Voi siete ignavi per il quieto vivere?
    No!
    Lo siete perché non avete né carattere né coraggio di dire: io sto dall'altra parte.
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Cetty Cannatella
      La Bibbia dice che Eva convinse e sedusse Adamo.
      Che insieme mangiarono, conobbero e provarono il peccato.
      Che Dio deluso li fece cacciare.
      Leggo e ancora guardo attonita a chi per millenni crede ancora a questo.

      Direi che Eva disse ad Adamo...
      Proviamo a lasciarci andare...
      Ad essere noi stessi... a scatenar le voglie.
      Ad esser nudi veramente...
      Gustiamolo il peccato...
      Bagnamolo di lussuria e fantasie.
      Dio guardava la donna, la sua intelligenza, la sua curiosità.
      "Lui gliela ha donato e con orgoglio guarda"
      Adamo si convinse, non seppe resistere al richiamo della femmina...
      La seguì e insieme mangiarono il frutto proibito.
      Scrissero che fu colpa del serpente che convinse Eva.
      Il demonio la persuase che lì nel paradiso non era vita se non avessero mangiato il frutto.
      E così furono cacciati via.
      Donna, tu partorirai con gran dolore!
      Uomo, tu lavorerai la terra con gran sudore!
      Dio non può davanti all'amore aver potuto castigare.
      Dio non può aver dato intelletto, sensibilità, ventre che dona la vita e poi cacciarli via.
      Chi scrisse questo fu un'ideologia che non ammette il libero amarsi.
      Non vuole scoprire come è sporco il suo pensare... e far passare per sporco l'amore.
      Dio ha dato l'istinto...
      Ha dato il piacere...
      l'amore...
      Il riprodursi ad ogni essere vivente.
      Lo ha dato agli uomini, seguito dalla sensibilità e l'intelletto.
      Lo ha dato agli animali con grande istinto.
      Alla Flora ha dato il vento, le api, gli uccelli.
      Ogni cosa ha dato per riprodursi.
      L'albero che non si riproduce dà ugualmente vita, dà l'ossigeno che, ogni creatura che respira prende.
      Se allora un uomo scrisse, l'origine blasfema... e a dar la colpa ad una donna, ancora peggio è l'aver creduto a tutto ciò.
      Il vero peccato originale sta nell'usare l'amore sporcandolo...
      Unirsi solo per il piacere e dimenticare l'amore.
      Dare i propri pensieri proibiti a chi non li capirà mai, non avere il coraggio di spogliarsi e farlo solo per liberare un istinto irrefrenabile.
      Quello è il vero peccato, e poi da quello nasce la violenza...
      La pedofilia...
      Date invece a chi amate, donate ogni vostra fantasia, ogni vostro sogno...
      Fatelo senza giudizio ma con l'intelletto e la curiosità di voler conoscere sempre più chi si ama.
      Vedrete che il mondo avrà uomini felici liberi e meno arrabbiati.
      Uomini che non fanno la guerra... ma che lavorano la terra e pensano alla vita.
      Il male esisterebbe sempre...
      Perché esiste per come esiste l'amore.
      Ma non diamo la colpa ad Adamo ed Eva.
      Semplicemente la colpa è di chi nasconde il peccato e si finge angelo di luce.
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Caterina Villani
        Restai in disparte, e in silenzio me ne stavo per ammirar ciò che mi regalavi con i tuoi sguardi, con i tuoi abbracci mi riscaldavi le carni piene di dolore, di amarezza che tutt'intorno la voce mi tolse, come in un fitto bosco risalii da un lungo viaggio... era il viaggio dell'amore che tutto dà e tutto nega, che tutto vive e sempre incanta. E tu dov'eri amor mio? Restavi dentro me e mi inquietavi adorandomi e facendoti amare sempre più... l'amore che non teme è amor eterno.
        Composto venerdì 25 novembre 2016
        Vota il post: Commenta