Diario


Se un giorno dovessi perdermi in mezzo alla vita, so bene che saresti lì con me, a tenermi per mano, nonostante la mia età che avanza, tu saresti lì mamma, a indicarmi cosa devo fare, a spiegarmi che il tempo e lo spazio non mi appartengono, che una sola cosa mi basta per viaggiare, il cuore, un cuore che batte insieme al tuo, un cuore che tiene stampato sopra il tuo nome, un cuore che ha in sé la strada da percorrere, perché mentre mi cullavi, quella strada la stavi già costruendo per me, e dentro di me con il tuo amore; hai sempre vinto sul mio cuore, mamma, e sapessi quanto mi è piaciuto lasciarmi avvolgere da te; mi hai portato dentro di te, adesso ti tengo forte dentro di me, e non ti lascio più andare.
Composto mercoledì 19 aprile 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: A. Rubina Di Lollo
    A volte non siamo noi a lasciarli, ma i sogni ad abbandonarci. Hanno un loro carattere, un proprio temperamento, un comportamento definito e peculiare, proprio come fossero individui. Taluni, di poco spessore, durano giusto il tempo della primavera di una rosa, altri, invece, ci tormentano lungamente e quasi in via definitiva. Spesso sono di quelli destinati a non realizzarsi mai, perché impossibili o affidati all'assenza di determinazione e coraggio altrui, ma forse inviati a illuminarci un cammino diversamente buio, a tenere viva la fragile scintilla della speranza, a non farci battere la ritirata sotto la bandiera della rassegnazione e a non far smorzare il lume dell'entusiasmo. I nostri sogni godono di vita propria e noi dovremmo averne più cura, in fondo ci sono stati affidati dalla sorte, durante la sua partita a dadi col destino e la casualità.
    Composto mercoledì 19 aprile 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: OLIMPIA24
      Mamma cara, sono giorni che cerco tra i miei ricordi il momento più bello passato insieme per poterlo raccontare e niente! Nessuna festa in particolare, nessuna ricorrenza, anno o giorno che abbia segnato un momento indimenticabile, solo una grande lunga risata che non finiva mai. La realtà è che con te le risate non avevano bisogno di nulla per scatenarsi, esistevano solo di te e di noi. Che faccio? Cosa scrivo sul tema che devo portare domani a scuola per le vacanze di pasqua? Mi firmi tu la giustificazione per aver consegnato il tema in bianco? Già, non puoi più farlo. Starai ridendo da lassù mentre io qui sono a fare i compiti senza la tua voce che urla "sbrigati a finire che dobbiamo andare a giocare!". Se lo scrivo nessuno mi crederà mai. Ecco scriverò solo "mi mancheranno sempre le risate tra di noi". Fine. Ora andiamo a giocare?
      Composto martedì 18 aprile 2017
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Paola Marcato
        Mi chiedi che cos'è l'amore?. beh figlio mio, l'amore è quel sentimento profondo che ti tiene in vita, ti fa fare le pazzie più strane. Ti fa correre anche se non ne sei in grado, ti fa diventare forte e debole a seconda se è ricambiato. L'amore è quel sentimento che ti fa scendere le lacrime di gioia e allo stesso tempo di dolore. Succede sai figlio mio che l'amore faccia male. Si. E tanto anche. Uccide a volte. E tutti sti filosofi che ti fan le paranoie sull'amore che porta solo gioia, vivono nel tempio della ristrettezza di cuore. Perché l'amore ti fa volare, ti fa sentire padrone dell'universo. Quando ami non sei più solo tu, sei noi sei tutto sei grande e sei anche un po' scemo. Cosa fa l'amore, sapessi. Non capita spesso sai nella vita di trovare l'amore che ti completa. No non capita spesso. Capita poche volte difatti. Non tutti sanno amare sai. Perché si mettono dei paletti, dei limiti. L'amore fa paura figlio mio pensa te. È l'unico sentimento che fa paura a tutti, perché sei responsabile della felicità di un'altra persona. Tutto dipende da te. Non puoi amare senza prenderti questa responsabilità, di non ferire, di non deludere la persona che ami. Non saresti leale, l'amore è lealtà. Ti spogli dell'anima, la rendi vulnerabile, con il rischio di perderla. Si, perderla perché si fonde con l'anima di chi ami. A volte non la ritrovi più e non sai nemmeno tu chi sei. Se così non fosse, significa solo che non stai dando tutto te stesso. L'amore è fiducia è rispetto, verso chi ami. Difficile trovare qualcuno con cui lasciarsi andare così totalmente sai. La maggior parte delle coppie si assembla col corpo, ma lascia chiusa l'anima. E poco dopo finisce tutto. Perché non ci si è donati fino in fondo. L'amore non ha età, è sempre giovane. Palle quando ti dicono sei troppo vecchio per lei o sei troppo giovane per lei. Il tempo non esiste, l'amore si vive ora, senza calcoli senza aspettative. È nuovo ogni giorno, ogni istante. Ha bisogno di essere alimentato sempre, rinnovato, riscoperto. Se non lo lasci fare ti ritrovi con l'abitudine, il che fa morire di sete un po' alla volta, il fiore che era sbocciato. L'amore è accettarsi, il pretendere che l'altro sia come vuoi tu non può essere amore. Nessuno vive in te, più giusto dire vive con te. Sai? Quel giorno che amerai figlio mio, guarderai la tua donna come tua madre guardava te quando ti teneva tra le braccia. E se ti sembrerà impossibile amare così tanto, credimi, è l'amore più grande che si possa provare. Ecco figlio mio. Questo è l'amore. Il mio verso di te. L'unico amore certo per una donna è quello verso i suoi figli. Fortunata colei che trova un uomo che la ami così tanto. Che la guardi con gli stessi occhi come una madre guarda suo figlio. L'amore, questo sentimento che senza non vivi. E quando ce l'hai non ti basta mai. Ama figlio mio, ama più che puoi. Ama, non aver paura dell'amore. L'unica paura che puoi provare è quella di rimanere senza. La vita senza amore tesoro, è una vita vuota.
        Composto domenica 2 aprile 2017
        Vota il post: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di