Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Matteo Eraldo
Non credere a chi dice che non si dimentica un'assenza, che farà sempre male. Non ci credere, mente, è schiavo della sofferenza. Si trova nella tua stessa situazione, sta ancora soffrendo. Non credere alle sue parole, son dette per continuare a star male. Sii onesto, abbi coraggio, ammettilo anche tu, le persone si dimenticano. Passa. Il dolore, intendo, passa. La mancanza, quel freddo che adesso senti, quegli attimi che credi indimenticabili. Passa, tutto passa, anche se (lo so) fa male. Le persone si dimenticano, non c'è niente da fare. E tu sei come me, come lui, come lei. Soffri, piangi, e poi dimentichi. Ma, aspetta, dimenticare non significa scordare. Le persone non si scordano, non le togli dal cuore, le togli dalla mente. È fisiologico, altrimenti come potresti continuare a vivere? Ci vuole tempo, fidati, le cose passano, le persone anche. E li dimentichi quegli attimi che credevi di portare sempre con te, saranno lì, chiusi in un angolino. Ogni tanto gli aprirai la porta, li lascerai entrare, e ci penserai. Penserai a quello che rimane, a quello che era, forse ci starai ancora un po' male, ma sarà sopportabile, il dolore sarà sopportabile. E allora capirai che ho ragione, le ferite si cicatrizzano. Forse bruceranno ancora, questo è vero, ma non come prima, e allora ti accorgerai che hai dimenticato, per continuare a vivere... non credere a chi dice che non si dimentica, tutto di dimentica.
Composto domenica 3 maggio 2015
Vota il post: Commenta