Questo sito contribuisce alla audience di

Mio Carissimo Gesù. Lo so che sbaglierò, non sopporto più un cuore sanguinante di dolore, Tu mia hai dato questo carattere espansivo, Tu mi hai insegnato a perdonare l'ho sempre fatto, Tu mi hai insegnato amare il prossimo mio come me stesso e spero averlo fatto. Mi hai insegnato a sopportare il dolore dando esempio della tua adorata mamma divina è sai bene il dolore che porto dentro di me. Sono tanti gli insegnamenti che ho sempre nella mia maniera di misera mortale apprendere e mettere in pratica. Ho peccato e non posso negarlo, lo di non meritare il Tuo perdono, lascio a Te decidere il luogo dove mandarmi per il mio riposo eterno. Il nostro padre celeste ha dato modo di mille religioni e non riesco a comprenderne il motivo, considerando che solo lui è il divino il creatore di ogni cosa visibile e invisibile in questo mondo. Mi chiedo perché tutte queste disuguaglianze, perché tutto questo odio, se Dio è un padre d'amore, se ci ama, se ci vuole tutti buoni, perché non ferma queste guerre assurde, perché tanti innocenti vengono uccisi? Ti prego calma questa ira di vendetta, calma questo odio fra fratelli come tu ci hai insegnato, Il mio cuore piange tante lacrime di sangue non è giusto. Non so se devo ancora credere che c'è realmente un Dio che ci ama, io vedo solo dolore è Guerre. Dimmi, dov'è Dio! Una pecorella smarrita nel dolore.
Composto domenica 21 agosto 2016
Vota il post: Commenta
    Si riapre il sipario del nuovo giorno, gli artisti entrano in scena, ognuno presenta il monologo giornaliero, recita senza un regista, ognuno è regista di se stesso. Terminando la recita piano piano cala il sipario, la luna prende posto a brillare su nel cielo, si abbassa il telone, si chiude il sipario, che sia stata una recita gradita al pubblico? Tu solo sai che quel monologo fa parte della tua vita, non era stata scritta, ma soltanto recitata da chi l'ha vissuta insieme a voi.
    Composto domenica 24 luglio 2016
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Rita1
      Ciao papà! Non è vero che stai lontano da me, ho un messaggero per te, e lo sai chi è? E' il mio cuore, dove tengo serrata la tua voce quando mi chiamavi... curuzzu miu! La sento e mi commuove, sentire il tuo profumo, i tuoi racconti che mi facevi quando mi tenevi accoccolata sul tuo letto, le tue mani mi accarezzavano dolcemente, sento ancora brividi sulla mia pelle. Sapevi che il tempo restante era breve, dovevo ritornare in Belgio, aspettavamo l'arrivo della nostra Loredana, non potevo trattenermi a lungo a Palermo. Mi raccontasti la storia della tua vita, è stato bellissimo, attimi dolci che ti danno sollievo morale. Oggi qua in Belgio si festeggia il papà, così ho invitato il mio postino segreto per spedirti tutto l'amore che conservo per te! Ti voglio un mondo di bene papà... la tua curuzzu miu.
      Composto domenica 12 giugno 2016
      Vota il post: Commenta