Scritto da: Rita3
Amori di mamma, ho gioito tanto ieri domenica delle palme, la giornata mi ha permesso rimanere un po' in vostra compagnia, dopo la santa messa il mio pensiero era quello di portarvi l'ulivo benedetto, accompagnata dalla giornata con docili raggi di sole, mi sono sentita come se il mio cuore vi sentisse, credevo di tendere una mano verso l'alto per sfiorarvi almeno con un dito. Che pazza illusione, come mai potrebbe avvenire un caso irreale? Solo il dolore di una mamma lo può soltanto immaginare. Alle porte della santa Pasqua mi illudo sempre di più avervi vicini, la cosa mi rattrista, con le mie lacrime vi disturbo, con il mio amore vi do calore, almeno spero che sia così, tiro avanti il fardello della mia vita finché vuole il Signore, così passano inesorabilmente i giorni, vegliate sempre sui più deboli, pregate per chi lotta per la vita, per gli innocenti che soffrono intensamente. Vi amo sempre più che mai. Mamma.
Margherita Orlando
Composto martedì 11 aprile 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Rita3
    Ciao birbantello mio, non approfittare troppo del bene che ti voglio. Ti tratto bene, ti curo con amore, ti do tutte le massime attenzioni, eppure hai sempre qualcosa da dire. Sento sento i tuoi battiti, a volte sereno a volte non ti comprendo, batti come un treno in corsa, è non riesco a fermarti. Sono forse i pensieri che si accavallano ribellandosi fra di loro? Forse hai qualcosa che ti fa soffrire è stare male? Lo so inutilmente cerchi di celarmi la verità, tu soffri quanto me, inutilmente celiamo il nostro dolore sotto un manto per non mostrarlo, ma dentro noi sappiamo ciò che viviamo. Questi giorni non son troppo belli, lo specchio della vita ci insegna andare avanti, non possiamo fermarci, è troppo presto. Siamo pieni d'amore e di speranze per questo ti raccomando tendiamoci la mano è insieme andiamo a avanti. Sono sempre la tua coinquilina che ti ama da morire...
    Margherita Orlando
    Composto martedì 11 aprile 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Rita3
      Ciao piccolo e tenero cuoricino mio! Quanti capricci negli anni mi hai regalato, ti ho cullato ti ho amato alcune volte con la mente fra le mie mani ti ho stretto fino a farti male, ma tu non ti lasci compromettere sei molto duro hai un temperamento così difficile che a volte non riesco a capirti. Batti batti saltellando ti sento lo sai, quando saltelli e mi fai stare male, ti piace giocare, altanellandoti con i miei pensieri, a volte brutti a volte belli, dipende sempre da te, mi trascini nel buonumore, e dopo poco mi getti nel dolore. Sai piangere quando vuoi, è sai anche ridere per i fatti tuoi, dopotutto non posso non volerti bene, sei tu che mi trattieni, sei tu che mi fai vivere con i tuoi tik tak ed'io come una bimba ti seguo sempre è amo tutto ciò che fai. Ti amo tanto amico mio... sempre la tua carissima.
      Margherita Orlando
      Composto sabato 8 aprile 2017
      Vota il post: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di