Post di Lilia Mokhonko

Cameriera, nato venerdì 7 aprile 1995 a Novoukrainka, Kirovohrads'Ka Oblast'. (Ucraina)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Lilia Mokhonko
Sono ormai due anni e qualcosa in più, che ci conosciamo.
Sono passati due anni da quella sera che sei entrato da quella porta... che sei entrato dalla porta del ristorante in cui lavoravo. Da quel momento, appena ti vidi mi successe qualcosa, qualcosa che sicuramente non so spiegare. Dopodiché da quella sera ho iniziato a pensarti, e giorno dopo giorno eri sempre lì... nella mia mente. Persino al matrimonio di mia sorella avevo pensato a te. A te. Anche se non ti conoscevo. Anche se non conoscevo minimamente chi eri. Qualcosa mi aveva legata a te, qualcosa che ancora non capisco cosa fosse. Ma sapevo per certo, che avrei saputo chi fossi, molto presto. È così è stato. Un giorno mi sono decisa e ti ho scritto, e da lì incominciò tutto. Tutto quanto. Ricordo ancora ora la prima volta che siamo usciti. Ero tesa. Davvero tesa. Non spiccavo una parola. E ora che ci penso, mi pento di questo, ma ai tempi sai che ero così, quindi perdonami. Per fortuna sono riuscita a risolvere questo mio problema, anche grazie a te. Soprattutto grazie a te. Tu, mi hai aiutato moltissimo e se non fosse stato per te, da sola non ce l'avrei fatta a sbloccarmi. Ci ho messo 9 mesi, ma alla fine dei conti ci sono riuscita. Come si dice? Meglio tardi che mai, no? Scusami se ci ho messo 9 mesi. Per mia fortuna, in quel caso sei stato molto paziente, visto che di pazienza tu, non ne hai molta. In fin dei conti, anche io sono stata molto paziente. Ci hai messo praticamente un anno a dichiararti, e a dirmi che fossi innamorato di me. Anche se io ti amavo già da un bel po'. Ho voluto aspettare che fossi pronto prima di potertelo dire, ed ho fatto bene. E che sia dannata, ma quel momento continua a passarmi davanti agli occhi. Quel tramonto, quel momento, i tuoi occhi che guardavano me, le tue labbra che pronunciavano quelle parole... "Mi sono innamorato di te". Non scorderò mai tutto ciò. Fanno parte di me, fanno parte di noi. Ora sono due anni che stiamo insieme e 9 mesi da quando conviviamo. Ti posso dire che ci sono momenti in cui non ti sopporto, forse tanti di quei momenti. Ma ti posso anche dire, che senza di te io non riuscirei a vivere. Senza un "noi", non riuscirei. Hai cambiato la mia vita. La mia visione sul futuro. Ma sappi che tu ne farai sempre parte.

Ti amo più di qualsiasi cosa al mondo e non potrei farne a meno.
Sempre e comunque,
la tua Topi.
Lilia Mokhonko
Composto lunedì 6 giugno 2016
Vota il post: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di