Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: E. Iacovone
Solitamente qualcuno ti avrà insegnato a credere in qualcosa, provate un po' a ricordarvelo anche voi. Io ricordo tanto quando provavano a farti ricordare le cose brutte, e non ero piccolo, forse sono ora piccolo e provo a ricordarlo, molto probabilmente sarà così perché quando anche la persona che ami non riesce a capirti, quando qualsiasi gesto è un gesto fatto per lei con amore lei dice che è un gesto fatto per far male, per non fiducia, per non qualcosa... Sì! Io le ricordo le cose brutte, le ricordo perché non devo sforzarmi, non devo andare tanto indietro. Credo che se altre persone vogliono farti credere e ricordarti delle cose brutte hanno dei comportamenti così strani che non puoi non capirlo, per esempio scrutano, ascoltano ciò che dici, contano le pause che hai quando parli, poi chiedono, chiedono, e chiedono ancora... Dopo un po' quando praticamente sanno tutto della tua vita, quando sanno le cose che tu preferisci, adori, ami, sogni, beh lì inizieranno a fare il loro lavoro, inizieranno a farti ricordare delle cose brutte, delle paure, inizieranno semplicemente a farti avere di nuovo paura che tutto possa succedere nuovamente, e stai sicuro che sarà così. Allora prima che qualcuno possa capire, possa trovare in me quelle paure, prima che qualcuno possa ricordarmi quelle cose brutte lo faccio io. Lo faccio io perché molto probabilmente in questo momento la paura che tutto questo possa succedere di nuovo è molta, ho paura di quelle che sono i vostri pensieri di me in questo momento, ho paura anche di cosa potrei scrivere quando lo si ricorda, ma lo faccio. Le mie paure più grandi sono quando tutto ciò che hai intorno diventa nullo, quando tutto quello che a te piace di colpo non c'è più, ma se devo essere sincero e credo che è l'unica cosa che mi è rimasta da fare devo dirlo, la mia paura più grande in questo momento è non essere più amato, è non svegliarsi più la mattina con quel sorriso che ormai da sette mesi mi ha segnato, è non avere la tranquillità nelle vene, è aver paura della tua paura più grande. Sì! Avere paura della paura.
Composto mercoledì 27 gennaio 2016
Vota il post: Commenta