Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Elisa Ranica

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Poesie.

Caro diario, ho deciso di abbandonare le vecchie e incostanti abitudini di pensiero. Probabilmente la mia vita non cambierà dall'oggi al domani, ma sento dentro di me una forza nuova che mi dà coraggio. Stasera vorrei urlare al mondo che si può essere felici e si può vivere con serenità anche in mezzo alle paure e alle preoccupazioni. Si può dare al mondo il proprio personale contributo. Si può superare la sfida con se stessi e con gli altri anche se ci sentiamo vuoti. Quel vuoto in realtà è già un pieno che teniamo dentro. Quel vuoto è la nostra distanza dal mondo e insieme la nostra appartenenza. Se vedrò delle stelle cadenti quest'anno esprimerò gli stessi desideri. E quando i desideri si avverano cresce anche la preoccupazione, il non sentirsi all'altezza e il volersi nascondere. Ma mostrarsi è la chiave di ogni rivincita, di ogni rinascita quotidiana. Se sentirò di nuovo quel timore del mondo lo affronterò a spalle alte, chiederò aiuto a chi mi tende la mano e regalerò il mio migliore sorriso ad uno sconosciuto. Ogni passo è un mondo che si apre e un altro che ci portiamo appresso. Ogni passo è l'eleganza del corpo che si mostra nudo e intatto nonostante le prove. E sono proprio le prove a rendere interessanti gli amori e le amicizie, il lavoro e la ricerca. Ogni sogno può nascere per caso, dal nulla e farsi realtà. La vera ed unica certezza è il nostro esserci, il nostro tenero stare fra gli eventi e le circostanze. Non è facile, non è solo il desiderio che ci tiene vivi, ma la speranza dell'incontro e della presenza. La strada più ripida conduce al rifugio più accogliente e quel peso sullo stomaco che sembra opprimere l'anima si lascia sollevare dalle parole e da presenze lontane. Anche se tutte le persone che abbiamo incontrato non sono sempre al nostro fianco, in realtà sono più presenti che mai e ci danno la forza di combattere e di camminare a testa alta. In mezzo a tutte le parti di noi che sembravano perdute, esiste una connessione intima e profonda. E lì voglio stare, immersa nei miei progetti e nelle mie dolci ingenuità di donna. A volte un bicchiere di latte è il modo migliore per concludere una giornata qualsiasi.
Composto mercoledì 10 agosto 2016
Vota il post: Commenta
    Il silenzio mi ha resa forte ma adesso vorrei soltanto parlare con te. Non esiste la mia fragranza perché ancora non è stata testata sulla tua pelle. Non inondo le pagine di parole senza sapere che te le sto incidendo dentro, ma che altro potrei fare? Come potrei presentarmi lì in un giorno qualunque e stringerti la mano? Mi sono procurata un buon motivo per tornare eppure resto bloccata in un soffio di fumo. Verrai mai a cercarmi tu?
    Composto mercoledì 6 luglio 2016
    Vota il post: Commenta
      Mi specchio nella mia stessa ombra tutte le mattine e risorgo al sole con fare scostante e incredulo. Ancora non conosco la direzione di questo vagabondare ma sento forte la tua ancora che mi tiene stretta e mi dà coraggio. Se dovessi trovarmi in una pena troppo pesante so che non ne morirei più, non cadrei più in quella tomba oscura, insieme a te. Il caldo illumina le parti rimaste nascoste di me e le rende forti, bramose di tornare a risplendere. La mia piccola e minuziosa essenza non ti appartiene e forse mai la regalerò a qualcuno, ma tutto il resto è tuo. Puoi farne un po' ciò che desideri, quello che ti compiace e ti alletta.
      Composto mercoledì 6 luglio 2016
      Vota il post: Commenta
        Che il nostro viaggio ci porti verso le mete più belle, adorne di colori e nubi squarciate nel cielo, che le nostre strade possano continuare a correre vicine o siano lontane, troveremo il coraggio di essere fieramente noi stessi, con le nostre paure e i nostri dubbi, ma soprattutto con il nostro cuore colmo di gioia e serenità. Che tutto quanto abbiamo sofferto sia soltanto un buco nero del passato e non intralci i passi che faremo. La vita ha in serbo per noi le sue delizie migliori, bisogna soltanto saper attendere con pazienza e speranza. Che tutta la rabbia che ha soffocato la nostra anima possa dissolversi nel vento di una sera in città, che si trasformi in luce e che che accechi a tal punto lo spirito da ridarci la forza che abbiamo sempre avuto. Quel punto in mezzo al mondo che congiunge tutte le vite, ne tiene più strette alcune e le congiunge nei momenti inaspettati. Il futuro è la meraviglia di questo attimo presente e il disegno che desideriamo dipingere stanotte.
        Composto martedì 5 luglio 2016
        Vota il post: Commenta
          La notte avvolgerà il sapore amaro di questo tempo caldo di sogni e speranze. Il mio desiderio è labile e scostante come il vento d'estate, le nubi pronte ad ingoiarne i vuoti e il cielo contraddice l'esistenza umana. Non sono tua, non appartengo che alla terra e al sole. Eppure vorrei esserlo con tutta me stessa, vorrei sentirmi amata fino al più profondo respiro, nel sangue e nelle ossa. Com'è asfissiante la presenza di coloro che mi hanno dato al mondo eppure non trovo ancora una via d'uscita rapida. Dovrò attendere la fine dell'estate e assaporare la libertà e la serena confidenza a me stessa. So di amare il pensiero di te ma non conosco la natura del nostro filo di seta. So di aver bisogno di musica e sigarette, ma non ho il piacere delle mie labbra baciate. Conosco a memoria la poesia dell'amore eppure non oso pronunciarla, se non nella mente. Vivide sensazioni e incerte carezze di spiriti amici mi consolano giorno e notte e io sono con loro ingrata così spesso. Non mi pento mai delle mie certezze ma le rinchiudo in quella parte dell'anima nascosta all'altrui sguardo. Fremo di piacere fra le lenzuola e gioco con l'inganno e la perversione degli uomini. Cos'è questo potere che trattiene le grida e fa rinascere il giorno? Dove sta l'inferno dello spirito se posso scaldarlo con le parole ed il fumo? Dove ho trovato il coraggio e la forza di parlare nella disperazione e nella noia? Dove trova l'uomo la sua grandezza se di fronte a lui tutto è infinito e incanto?
          Composto mercoledì 29 giugno 2016
          Vota il post: Commenta