Post di Domenico Borgese

Muratore, nato giovedì 12 novembre 1970 a Reggio calabria (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Leggi di Murphy e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Domenico Borgese
È così che ti ho sempre immaginata prima di incontrarti, ti cercavo negli occhi della gente mentre i miei pensieri viaggiavano distratti. Ti ho cercata nelle braccia di un altro, ti ho cercata mentre passeggiavo, mentre eri seduta al bar che prendevi il tuo caffè mattutino. Ti ho cercata nei supermercati a fare spesa. Ho cercato qualcosa che ti somigliasse ma non era la stessa cosa, cercavo tra la gente le mie risposte alle tue domande che nessuno sapeva darmi. E così ho continuato a cercarti seguendo la scia del tuo profumo e poi mi passi accanto sorridi indifferente e vai via. Ti spio indifferente per vedere se sorridi a qualcuno come sorridi a me o se lo guardi negli occhi come guardi me quando ti passo vicino e se volete la stessa cosa. Mi rendo conto che starti lontano e come morire. Dimmi pure che sono egoista ma ti prego stringimi tra le tue braccia e non lasciarmi andare via.
Domenico Borgese
Composto sabato 20 maggio 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Domenico Borgese
    Ho voglia di un abbraccio, non uno qualunque, il tuo. Sì un abbraccio che mi stravolge ogni senso. Un abbraccio senza limiti, senza misure che mi scalda l'anima. Un abbraccio che ti ruba il respiro e poi te lo ritorna. Poi sempre da te voglio un bacio che sa di desiderio, un bacio caldo che sa di peccato ma non di sesso. Di pensiero che ti scopa la mente. Ecco proprio così. Ora baciami che io ti bacerò ancora più forte. Naturalmente con tutta la passione che ho.
    Domenico Borgese
    Composto mercoledì 17 maggio 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Domenico Borgese
      Ho visto fiocchi di neve ha Bologna cadere giù dal cielo, lo vista a Venezia, Trieste, Udine, Slovenia e tante altre città, scendeva lenta giù dal cielo, non era bianca per me, era un colore opaco, la vedevo triste malinconica, era il mio cuore a vederla così, perché anche se il Nord mi ha dato tanto nei miei occhi c'era sempre un velo di malinconia, perché non era la mia terra! Oggi dopo trenta anni riesco a vedere la neve al mio paese scendere dal cielo bianca e soffice e diversa, perché finalmente sto pestando la mia terra.
      Domenico Borgese
      Composto venerdì 6 gennaio 2017
      Vota il post: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di