Festività


Scritto da: Lucia Quarta
in Diario (Festività)
Caro papà, cara mamma, avreste mai creduto di arrivare a compiere 50 anni di vita insieme? Siamo sicuri di no, eppure ce l'avete fatta, nonostante i duri momenti in cui la vita vi ha messi alla dura prova, a volte come persone, a volte come coppia. Quello che più stupisce di questa tappa è la vostra capacità di essere rimasti insieme, sempre uno affianco all'altro e continuamente presenti nella vita di noi figli. Noi siamo i testimoni del vostro rapporto perché vi abbiamo visti ridere, piangere, arrabbiarvi, demoralizzarvi, ma soprattutto combattere per andare avanti e renderci felici. Siamo noi che vi festeggiamo, insieme a tutta la famiglia ovviamente, ma siamo noi che oggi cogliamo l'occasione per dirvi "grazie". Grazie per averci cresciuto nel miglior modo possibile. Grazie per averci accompagnato nell'età adulta e per aver fatto enormi sacrifici per noi arrivando al punto di lasciare il vostro paese per poterci raggiungere e starci accanto nei momenti difficili. Con questo pensiero, non vogliamo festeggiare il numero degli anni vissuti insieme, ma l'intensità con cui li avete vissuti e l'amore che vi ha resi sempre uniti. Se siete rimasti insieme per così tanto tempo vuol dire che c'è qualcosa di profondo che vi lega, come un filo invisibile che sembra debole, ma che, negli anni, ha dimostrato di essere troppo resistente. Si legge ancora oggi nei vostri occhi la complicità con cui agite e chi vi conosce potrebbe solo confermare tutto questo. Continuate a farvi forza l'uno con l'altro e noi ci auguriamo di poter essere, ancora per lungo tempo, testimoni del vostro amore! Buon anniversario mamma e papà!
Vota il post: Commenta
    Scritto da: OLIMPIA24
    in Diario (Festività)
    Mamma cara, sono giorni che cerco tra i miei ricordi il momento più bello passato insieme per poterlo raccontare e niente! Nessuna festa in particolare, nessuna ricorrenza, anno o giorno che abbia segnato un momento indimenticabile, solo una grande lunga risata che non finiva mai. La realtà è che con te le risate non avevano bisogno di nulla per scatenarsi, esistevano solo di te e di noi. Che faccio? Cosa scrivo sul tema che devo portare domani a scuola per le vacanze di pasqua? Mi firmi tu la giustificazione per aver consegnato il tema in bianco? Già, non puoi più farlo. Starai ridendo da lassù mentre io qui sono a fare i compiti senza la tua voce che urla "sbrigati a finire che dobbiamo andare a giocare!". Se lo scrivo nessuno mi crederà mai. Ecco scriverò solo "mi mancheranno sempre le risate tra di noi". Fine. Ora andiamo a giocare?
    Composto martedì 18 aprile 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Vera Santoro
      in Diario (Festività)
      I miei auguri vanno a tutti voi, ma sopratutto a chi in questo momento sta soffrendo, a chi è in ospedale, a chi non vede la luce nella sua vita, a chi non crede più che possa cambiare nulla. Per i credenti oggi è un grande giorno perché la vita ha sconfitto la morte e ci si saluta dicendo "Cristo è risorto, è veramente risorto" e spero che queste non siano solo parole, ma l'inizio di un nuovo cammino. Per chi non crede, auguro che questo sia un giorno di pace Che la vera Pasqua scenda nel cuore tutti noi e che porti la certezza che ciò che sembra la fine, sia solo l'attesa di un inizio. Buona Pasqua a voi.
      Vota il post: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di