Non facciamo mai l'errore di confondere i compagni di viaggio con i compagni di missione. I compagni di viaggio possono supportare, incoraggiare, creare connessioni, e noi possiamo fare lo stesso per loro. Ciascuno però, arrivato a un bivio, intraprende una strada differente, sebbene diretta alla stessa meta. A quel punto bisogna comprendere e lasciare andare, perché è giusto che ciascuno segua la propria personale missione. I compagni di missione invece sono con te in ogni circostanza poiché tendono allo stesso obiettivo. Se seguono il tuo cammino, e se tu segui il loro, non è per dipendenza o per paura di smarrirsi, ma perché il vostro percorso coincide perfettamente.
Angela Patrono
Composto sabato 8 aprile 2017
Vota il post: Commenta
    La pace è il fondamento della felicità. Se siamo felici, ma non siamo in pace con noi stessi, la nostra gioia potrà essere anche intensa e sincera, ma avrà il sapore dell'effimero perché avremo sempre il timore che ci sfugga dalle mani. Saremo sempre in allerta e, pur gustando il momento magico in pienezza, ci faremo prendere da dubbi, scrupoli e pensieri di ogni tipo. Quando siamo in pace, invece, pensiamo: "ho fatto tutto quello che dovevo e potevo. Non ho niente da perdonarmi o rimproverarmi, nessun rimpianto del passato e nessun timore per l'avvenire". Non chiediamo niente, non ci aspettiamo niente, semplicemente godiamo del momento presente. Questa è la chiave che apre le porte alla felicità.
    Angela Patrono
    Composto lunedì 1 agosto 2016
    Vota il post: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di