Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Adriano Arfini

Libero professionista, nato giovedì 17 ottobre 1968 a Casalmaggiore (CR) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Adriano Arfini
È solo alzando gli occhi al cielo che oggi pomeriggio ci siamo conosciuti davvero completamente. Avrei voluto farlo di persona, abbracciarla e renderle grazie per quanto amore trasmesso. Quell'amore raccontato da chi ne è espressione estrema come quello di una figlia. Sarà solo attraverso i suoi occhi, che tanto amo, che un poco anche dentro di me, lei vivrà sempre. Avrei voluto accarezzarle anche solo un braccio e darle un bacio sul viso ma non mi è stato possibile per poco. Forse così è stato voluto da quanto più grande ci guida. Quel Dio che ci accoglie dopo che abbiamo terminato il nostro mandato sulla terra per diffondere amore. Forse anche oggi ho imparato che l'amore può essere tale e incommensurabile senza bisogno di essere toccato ma posso sentirlo profondamente alzando semplicemente le mani al cielo come sotto una sorgente per dissetarmi. E così da oggi più di prima alzerò sempre le mie braccia per ritrovarla insieme ad altri meravigliosi angeli e farmi cadere addosso tutto l'amore, perché lo so, di Amore, ne avrò sempre grande bisogno. Voglio raccoglierne anche le briciole e mai sprecarlo. Riposa in pace bell'anima.
Composto domenica 12 marzo 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Adriano Arfini
    Nei frammenti della mia vita, in qualche fessura nascosta ma mai sommersa tra una circostanza e l'altra già c'eri. Eri un qualcosa fatto apposta solo per me, perché io avevo da sempre un qualcosa fatto apposta solo per te. Ora in questa metamorfosi tra la speranza e il possibile sei un incanto senza fine che mai potrà morire di ciò che c'era e ora c'è.
    Composto venerdì 10 marzo 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Adriano Arfini
      È tutto vero, mi sono gettato nelle storie e nelle persone e mi sono perso dentro. Testa e cuore hanno sempre viaggiato da due direzioni opposte senza poterci fare nulla. Nonostante tutto il disordine della mia anima, io ci ho abitato sempre e ci ho ospitato chi ci stava bene e me lo faceva sentire. Anche quelle persone dalle belle parole uscite da una bocca di miele per poi sentirne in gola il retrogusto amaro. Dopo un po', a forza di ingoiare tutto, comprendi che le cose fatte col cuore hanno molto più sapore di quelle fatte con la testa e di quelle comprate coi soldi.
      È tutto vero, in alcuni casi è meglio starsene al proprio posto e in altri invece bisogna lanciare il proprio cuore sulla stessa strada piena di sassi e sperare che qualcuno senza volere prima o poi ci inciampi e te lo raccolga. Certe bende sopra le ferite prima o poi si staccano e anche le persone migliori prima o poi se ne vanno. Ci sono treni che passano tardi e spesso su un binario che non stavi a guardare, e mentre pensi chissà dove arriveranno, comprendi che forse per qualcuno tu non sarai mai troppo tardi. Tanto comunque, lo so benissimo, che c'è ogni tanto un treno, quello del passato, che transita velocissimo senza fermarsi e tu con a fianco chi ora ti sorride vedi sempre quella manina di un bambino che ti saluta dal finestrino nel buio della notte.
      Quel bambino sei sempre tu.
      È tutto vero, è stato un po' come giocare a nascondino dove tu eri sempre sotto, li trovavi tutti tranne l'ultimo che ad un certo punto liberava tutti gli altri. Alcune persone ci passi anni per trovarle altre sono li davanti che ti guardano e tendono la mano ma tu fai finta di non vederle, non fai nemmeno un passo per abbracciarle. Niente è più bello di un sorriso e di un abbraccio. Le coperte più calde che esistono sono le braccia di chi ti vuole bene. Per cui, da qui in poi, mi godo ogni attimo di questa mia vita sapendo che le lacrime di gioia sono quelle più belle da versare, che le porte chiuse bisogna sfondarle con tutta la forza dei propri sogni, che per camminare sulla neve devo spalare e sotto la pioggia mi devo bagnare per poter brillare.
      Un bacio a te passato che mi hai insegnato tutto questo, un bacio a te presente che fai di tutto per farmi stare bene, un bacio a te futuro che mi fai osare, che mi fai davvero amare e non smetterai mai di farlo. È tutto vero.
      Composto martedì 14 febbraio 2017
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Adriano Arfini
        Sarete sempre parte di me anche quando non farò fatica a comprendere vostre scelte, anche quando dovrò lasciarvi sbagliare per farvi crescere. Tuttavia non ci sarà una sola volta che io non sarò stato dalla vostra parte. Sarò sempre con voi, nelle vostre vittorie ma soprattutto nelle vostre sconfitte.
        Ogni scelta che farete non importa che sia stata quella giusta o quella sbagliata, perché per me sarà quella più vera e avrà contato che sia stata la vostra, bella, e piena della vostra dignità. Sarò con voi in ogni luogo che scoprirete, vestirò di voi ogni emozione che mi racconterete, seguirò dietro di voi ogni strada che camminerete. Sarete sempre la parte di me migliore quella più resistente e indistruttibile. Vi amerò sempre fino alla vita e oltre la vita, fino alla morte e oltre la morte.
        Vi sarò accanto ogni giorno per rendervi grazie perché essere il vostro papà significa avere la certezza di non morire mai.
        Composto domenica 19 marzo 2017
        Vota il post: Commenta