Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Verbale del "VIIº concorso letterario internazionale di PensieriParole"


49
postato da , il
Agatina sei un'amica <3 notte
48
postato da , il
Eli,
corro subito in cerca della farmacia di turno
per prenderti Moment.
Spero possa fare effetto... con affetto...ciao
47
postato da , il
Dopo un breve consulto.... è peggiorato il mio mal di testa!
46
postato da , il
Non ho seguito il concorso quindi non posso commentarlo.

Se Alma ha vinto però significa che la sua poesia è stata quella
più votata, quindi quella che è piaciuta di più.
Brava Alma, complimenti !!!!! Un abbraccio !
45
postato da , il
Un’ultima cosa, per terminare l’analisi del voto della giuria.
Il voto “media giuria”, primo dei 3 numeri in neretto in calce ai voti ottenuti da ciascun concorrente, esprime la media del voto della giuria. Ad esempio, la somma dei voti-giuria ottenuti da Freda (il primo a sinistra dell’elenco) è 63; 63 diviso 11, cioè quanti sono i giurati, dà 5,7272 periodico, cioè 5,73.
Il voto “utenti” è la media dei voti ottenuti dalla giuria popolare (nella sola 2° fase: la 1° è superata, e i suoi risultati sono riportati alla fine del verbale).
Il voto più in basso, “voto finale”, è la media del primo (media giuria) e del secondo voto (utenti), ma effettuata avendo cura di far sì che il voto della giuria costituisca il 60% del voto finale, e il voto popolare il 40%, come da regolamento.
Esempio (sempre su Freda, primo a sinistra): la media giuria viene divisa per 10 e moltiplicata per 6. Ne risulta. 5,73:10=0,573x6= 3,438. Analogamente, il voto utenti si divide per 10 e si moltiplica stavolta per 4, e non per 6. Il voto utenti diviene così  6,35:10= 0,635x4= 2,54. La somma del la media giuria e della media utenti, così trasformate, dà 3,438+2,54 = 5,978, che effettuati gli arrotondamenti del caso, è il 5,977 che risulta dal verbale.
    Chiedo scusa per aver tediato con queste spiegazioni aritmetiche, ma la cosa mi serviva per dimostrare quanto sto per dire.

Proviamo ora a dare anche un solo voto in più a Paola Melone (che era prima nella fase del voto popolare).
Ipotizziamo cioè che il suo voto giuria aumentasse anche di una sola unità, passando da 64 a 65.

Avremmo:  65:11 = 5,9090 periodico, cioè 5,91. Trasformando il voto, avremmo 5,91:10= 0,591x6 = 3,546. Trasformiamo ora anche il voto popolare: 6,95:10 = 0,695x4 = 2,78. Il voto finale di Paola Melone salirebbe a 3,546+2,78= 6,326,facendola balzare al 3° posto della graduatoria finale. Con 2 voti in più (66 anziché 64), il suo voto diverrebbe 3,6 + 2,78 = 6,38 (2° posto). Con soli 3 voti in più sarebbe stata prima. Analoghe considerazioni possono essere svolte per gli altri concorrenti, ipotizzando pochi voti in più o in meno.
    Queste considerazioni, come le precedenti, sono di mera natura aritmetica, e servono a spiegare quanto abbia potuto incidere anche un solo voto in più o in meno della giuria qualificata sull’esito del concorso.
    STAFF, ANCHE QUESTO COMMENTO NON PUO’ ESSERE CANCELLATO, PERCHE’ DI MERA NATURA MATEMATICA, A FINE ESPLICATIVO DEI DATI E DEI MECCANISMI DI CUI AL VERBALE DI CONCORSO.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti