Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Inserimento delle opere terminato


21
postato da , il
Io non ho parlato di imbrogli . Ma del  fatto che le opere non sono tutte rigorosamente anonime. Viene fatta la pubblicità in rete che secondo me non è corretto . La votazione a Random Gaetano, farà si che ogni opera venga visualizzata in modo equo. La serietà dovrebbe essere nell’animo di chi partecipa. La sportività nel non cercare la pubblicità altrove. Per il resto credo si possa e si debba definire  il tutto un semplice gioco. Pensa Gaetano, che io insieme ai miei figli avevo letto tutti gli aforismi e avevamo dato un voto popolare sommando i voti  facendo poi  la media. Ho letto il 90 percento delle  poesie. Con lo stesso spirito le abbiamo lette e votate - Devo dire che ha vinto chi  mi aspettavo e con profonda soddisfazione personale, perché ha vinto un poeta puro Giorgio De  Luca  e un giovane inedito  Alberto Jess.  Perciò sono stata felice per  queste Vittorie. Credo che l’anonimato sia l’unico modo bello e pulito per partecipare. Forse si doveva mettere il limite di una poesia a testa e un aforisma. Si dimezzavano le opere. E il tutto era meno pesante, Sono particolari che rendono un concorso più limpido ma tutto ciò non toglie la bellezza di un concorso del genere .
20
postato da , il
@Gaetano

Il sistema di votazione con visualizzazione random delle opere non permette agli autori di dire "questo è il mio componimento, votatelo", inoltre ogni opera sarà votabile una e una sola volta da ogni utente. Contemporaneamente la funzione di visualizzazione random delle opere ci assicura un numero uguale di letture e votazioni per ogni opera. Quindi sarà impossibile che un'opera ottenga più voti di un'altra, tipo il 100 a 1 da te indicato.

A fine concorso pubblicheremo le votazioni di ciascuna opera come abbiamo fatto per la scorsa edizione.
19
postato da , il
Per evitare imbrogli di votazioni di parte, dovrebbe essere lo staff di Pensieri Parole a scegliere i migliori. Il tempo... il tempo lo potrebbero trovare per farlo!
Ma tanto ormai si sa come vanno i concorsi, quindi l'importante è partecipare...
Poi, semmai, saranno i commenti a dire la verità... io lo farò per le poesie prescelte, senza peli sulla lingua.
18
postato da , il
Pienamente d'accordo con tutti. Molti di noi a questo concorso hanno partecipato per passione e per divertimento personale, questo è chiaro. Però io avrei provveduto a fare il percorso inverso: la giuria nominata avrebbe dovuto scegliere 100 aforismi e 100 poesie da far votare "al pubblico", dopodiché le 10 più votate per ciascuna categoria sarebbero dovute ripassare dalla giuria nominata.
Anche perché è chiaro, ad esempio, che sia facile diffondere i propri componimenti e farli votare specie tramite FB (io non lo ho ad esempio) ma anche per un discorso di diversa visibilità: le frasi e poesie che vengono pubblicate la mattina presto o nei giorni feriali non hanno certo lo stesso indotto di quelle che verranno pubblicate il sabato o la domenica o nelle ore serali. Ripeto, per me si poteva far di meglio per garantire il massimo della trasparenza ed anonimato a tutti.
Ma ho lo stesso augurio di Silvana: che vinca qualcuno davvero meritevole e pregno di significato, senza brogli. Sarebbe una bella vittoria per tutti, specie per voi dello staff di questo splendido sito che meritate ogni giorno la nostra gratitudine eterna.

Un abbraccio a tutti, buone feste! :)
17
postato da , il
capisco Federico.
ma un concorso a cui partecipano 3.000 opere non ha nessuna vera base popolare: chi le legge tutte? nessuno
accetto scommesse che scoprirete poesie lette da 100 persone e altre lette da 1
il che, o sarà un caso della vita, o sarà a causa di un lettore che la comunica su FB o circa a molti amici chiedendo di votarla, mi è già capitato (non accettando mai per scelta). Fare controlli solo su queste "stranezze" è possibile e semplice.
Inoltre io, per esempio, lo scorso anno ho letto abbastanza la sezione "poesie" che più mi interessava, ma alla 100a ho detto basta.Troppe!
per me, anche se può sembrare stranezza, un concorso dovrebbe avere dei "poveri" giurati che leggono i 3.000 componimenti e ne scelgono 100.
allora si che una giuria popolare potrebbe dare il suo contributo!! il contrario è solo frutto del caso o del dolo.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti