Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Quando iniziamo ad esistere? Tanti sono stati..." di Biagio Russo


38
postato da , il
perfetto O.K.
37
postato da Federica Astolfi, il
L'unico accenno alla metalinguistica è effettuato da Roberta nel commento #35 in riferimento all'interpretazione del termine "inconciliabile". Il resto, per quel che mi riguarda, si tratta di discorsi personali che qualora potessero essere avviati solo previa definizione di criteri comporterebbero aride complicanze tecniche. In fin dei conti, il bello del confronto fra persone umili ed intelligenti, è quello di saper cogliere l'altro anche nell'implicito, riconoscendo il differente valore attribuibile ai termini in base alla prospettiva esposta.
36
postato da , il
Nei discorsi metalinguistici bisogna fissare dei criteri, diversamente è; parlare per parlare, e allora andiamo ...a letto!
35
postato da , il
In effetti, ho commesso un errore nel dire: "stesse conclusioni". Avrei dovuto dire:"conclusioni non contrastanti tra loro". Alla fine, anche i nostri discorsi non sembrerebbero essere contrastanti. L'equivoco tra me e te, Federica, è sorto dalla nostra diversa interpretazione del significato dell'aggettivo "inconciliabile", che per te significa "non identificabile" e per me vuol dire "incompatibile". Sono, sempre, molto contenta quando riesco a conciliare il mio pensiero con quello degli altri ma ciò non vuol dire che non stimi chi ha un parere discordante dal mio.
34
postato da Federica Astolfi, il
Seppur in relazione ad un medesimo (s)oggetto, religione e scienza, ponendosi interrogativi differenti, elaborano risposte differenti seguendo procedure diverse, se non (almeno per quanto concerne queste ultime) contrapposte. Il fatto che le risposte proposte dall'una e dell'altra siano inconciliabili, ossia non indentificabili, non significa necessariamente che siano contrastanti: ciò si verificherebbe nel caso in cui ad una stessa domanda ciascuna formulerebbe una risposta contrapposta all'altra.
Qualora i nostri modi di pensare dovessero essere inconciliabili non me ne dispiacerei perchè è dal confronto fra opposti che si ricava condivisione di sè. Seppur non dovessi accettare il tuo pensare non per questo non lo stimerei.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti