Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Ti rendi conto che le cose non vanno, del..." di Giovanna Sacchiero


24
postato da , il
Ricordo di aver letto qualcosa di Montale ma, non questi versi...in pratica dice che quando si è dentro alla rete non c'è via di scampo anche se ci si crede felici e liberi...le poche cellule rimaste fuori non fanno la differenza... poichè non si rendono conto della loro libertà e non riescono ad essere felici....nulla cambia il corso della Storia.......andiamoci dietro l'un l'altro....forse vuol solo mettere in farsa le debolezze umane....
Non sò, devo andarmela a leggere....Comunque se puoi darmene una spiegazione più giusta te ne sono grata.....
Grazie Bea!!!!
23
postato da , il
Devo scrivere anche il seguito diversamente non si coglie il senso.  Qualche volta s'incontra l'ectoplasma / d'uno scampato e non sembra particolarmente felice. / Ignora di essere fuori, nessuno gliene ha parlato. / Gli altri nel sacco, si credono / più liberi di lui.
22
postato da , il
giosc,ieri ho letto "LA STORIA"
di Montale,è una poesia abbastanza lunga, probabilmente la conosci. Scrivo i versi che ho apprezzato di più.
La storia gratta il fondo / come una rete a strascico / con qualche strappo e più di un pesce sfugge.
21
postato da , il
Sir Jo, dittatura e cultura è un argomento in cui ci si potrebbe inoltrare.....se qualcuno facesse un aforisma........
20
postato da , il
La cultura dovrebbe essere concessa a tutti. Io non credo che possa servire a sentirsi meno soli, ma almeno più consapevoli ...

Tutte le dittature hanno sempre teso a limitare o incanalare la cultura ... Chissà perchè?

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti