Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "A me non piace la definizione di "ateo" perché..." di Umberto Galimberti


41
postato da , il
Ciao, Galimberti. A mio giudizio
il problema della fede serve a dividere il mondo ma non tra atei e credenti piuttosto tra cristiani - musulmani e ebrei.
Nei tempi antichi tra gli stessi cristiani.
E' un problema serio che minaccia la pace tra i popoli.
40
postato da , il
Ho smesso di fumare dal 2001
proprio perché anche le cicche inquinano.
39
postato da , il
Che malandrino.... è malandrino!
Pinooooooooooooooo
Dio dov'è?
38
postato da , il
Alcuni riuscivano a spiegare perfettamente un concetto che altri avrebbero impiegato pagine e pagine.
Non è vero che la sintesi non aiuta su un discorso importante. Dipende dalla capacità che si ha nell' "adottare" le parole giuste. Se non ne sei in grado , perchè colpevolizzare il sacro dono della sintesi?. 
Non è anche questa una prepotenza nei confronti dei credenti della sintesi?

Mi sono spiegato in sintesi?.
37
postato da , il
PS: devo dire in tutta coscienza che, prima o poi, è venuto anche il momento in cui mi sono accorto di non aver capito per niente anche e persino le cose che avevo analizzato fin nei minimi dettagli. Ma questo è un altro discorso, ed attiene alla totale, definitiva ed irrimediabile  INCOMPRENSIBILITA' dell'Universo e delle cose umane. E' insomma un punto di arrivo, un traguardo raggiunto, non un errore di percorso: è il massimo traguardo raggiungibile, e ne sono in certo qual modo contento e fiero, perché non arrivarci, e convincersi delle più atroci assurdità, e partire per la tangente della pseudo-sapienza,  è veramente un attimo...  : ((

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti