Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Dio è l'insieme di risposte che l'uomo diede..." di Salvatore Riggio


8
postato da , il
Credo che bisognerebbe stabilire innanzitutto cosa si intende quando si dice Dio.
Un principio primo  a sè stante? o l'Ente a cui rivolgersi per chiedere aiuto?
Il nostro dramma è la mortalità.
7
postato da , il
capisco il suo discorso un po meno sul perché io stia confondendo la risposta con la domanda, è un po difficile comunque seguire il suo discorso da una parte afferma lei stesso che  La risposta che ci si è dati per la domanda - chi ha creato tutto questo-fu per lungo tempo, se non tuttora, Dio ma subito dopo afferma che Dio non è la risposta ma domanda, dice che la vita, terra, noi siano le risposte, ma se invece mi pongo la domanda perché esiste la vita, la terra, perché esistiamo noi? io potei rispondere: Per volere di Dio
6
postato da , il
Quello che dici tu è totalmente giusto. Confondi solo la domanda con la risposta e viceversa.

L'uomo si è trovato davanti a se una infinità di fatti che non si sapeva spiegare, ma il "fatto" è la risposta alla domanda Dio.
Aggiungo che non è assolutamente una visione teologica o di fede quella che ti sto illustrando.
Ci troviamo difronte all'enorme varietà di specie animali che si trovano sulla Terra ed ecco che l'uomo non si sa dare spiegazioni e si interroga. Dice: " Per Giove (tralasciamo il nome di una divinità in una esclamazione anacronistica) chi ha creato tutto questo?"
La risposta che si è dato fu per lungo tempo, se non tuttora, Dio. Ma Dio non è risposta, è domanda e le creature, invece, sono la risposta.

Questa è ovviamente la mia visione, totalmente discutibile e che una persona di fede potrebbe condannare come blasfema.
Io, nel mio piccolo, non ho ancora trovato la domanda giusta per la risposta: Vita, Terra, Noi.
5
postato da , il
credo che sia proprio il contrario Kop,come per esempio per molti racconti mitologiche, ogni qualvolta l'uomo non riusciva a dare certe risposte alle sue domande , allora li inventava.
le generazione passano è quelle risposte si scalfivano nel pensiero collettivo finché diventavano verità inconfondibili, fin quando non veniva distrutta la pietra su cui è stata scalfita per essere sostituita con un nuova, che poteva essere imposto da accettare oppure non è mai andata distrutta ma col tempo la pietra stessa si è trasformata
4
postato da , il
Credo sia più un insieme di domande che l'uomo si fece per delle risposte che non sapeva come gestire.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti