Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "C'è un unico errore innato, ed è quello di..." di Arthur Schopenhauer


57
postato da , il
Grazie comunque Vincenzo...!

NÒ...non chiedo più...l'ho già fatto quindi...
non essendo riuscita a sfondare...
il muro del seilenzio...ecco la "MIA" risposta... :

"La felicità è uno stato corrispondente al sentirsi felici"...
Ma le motivazioni per cui ci si sente felici...
per cui si è in questa condizione...
normalmente  non si conoscono mai direttamente...
nel momento in cui ci si sente felici...!
Sulle condizioni di felicità... in genere...
ci si interroga quando si sta uscendo...
dalla tensione estrema alla felicità...!
La caratteristica propria del sentirsi felici...
è la percezione o il sentimento della propria....
illimitata espansione...!
I motivi per cui si entra in questo stato sono molteplici...!
Ora quello che è importante constatare...
in un qualsiasi discorso che verta sul tema della felicità...
è questo...in genere... quando si è felici...
non ci si interroga mai sul perché si è felici...!
La felicità la si vive immediatamente...!
E... quando si esce da questo stato...da questo sentirsi felici...
vissuto come sentimento illimitato...
della propria espansione personale...
quando sussiste una relativa interruzione...
di questo movimento...allora ci si può chiedere...:
perché sono stato felice...? Perché adesso lo sono di meno...?
Ecco allora... verificarsi una trasformazione...
nel nostro stato di felicità...
che da esperienza vede tramutarsi in meta...!
Allora a quel punto ci si interroga sulle condizioni...
nella speranza di potere ricostruire le più idonee...
per tornare in questa espansione che si è sperimentata...!
56
postato da , il
Vincenzo c'era una volta un tale (barzelletta ovvio) che sentì per radio parlare di un pazzo che viaggiava al contrario in autostrada. Un pazzo? Disse... Ma saranno almeno cento quelli che ho incontrato finora.
I geni vanno controcorrente e a volte aprono nuove strade ma é difficile capire se siamo geni o se semplicemente sbagliamo.
Tu hai un atteggiamento molto dogmatico, io amo il dubbio. I fatti diranno quale strada é quella corretta...... Presumendo che tu come me non sia un ragazzino, accertando che certamente hai erudizione, non dovrebbero serviti consigli per capire se sei stato frainteso o se hai imboccato una strada sbagliata. Se la ritiene corretta continua se no cambiala.

Ps
Quando faccio il professorino mi sto sui bai da solo, ogni tanto peró .....
55
postato da , il
Molto piú facile provare la felicità che spiegarla.
54
postato da , il
Rimaniamo nel tema..."FELICITÀ"
Si può affermare...senza dubbio...che la felicità...
corrisponda al sentirsi felici...!
Ma questo "sentirsi felici" può derivare da ciò che ci circonda...
dalle persone che ci amano e da cui ci sentiamo amati...
o è soltanto uno stare in pace con noi stessi...?


Questa è una domanda...
C'è chi può dare risposta...?
53
postato da , il
No con vincenzo non vado da nessuna parte ! :-))) si capisce il doppio senso? :-)

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti