Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "C'è un unico errore innato, ed è quello di..." di Arthur Schopenhauer


62
postato da , il
Un tozzo di pane non decide le felicità di una persona, semmai  dona tranquillità e diritto, il che lascierebbe presumere gioia... ma nessuna moltitudine può spiegarsi  con un aggettivo. Sono cresciuto per gran parte in mezzo alla strada, da bambino aspettavo i miei su un muretto all'età di 15 anni che mi portassero qualcosa da mangiare.. e quando accadeva, mangiavo, ma non mi sentivo felice, mi dava tranquillità. Poi sono cresciuto, mi sono creato una strada e ho conosciuto ambienti agiati, creandomi uno spazio. Mangiavo tutti i giorni, percepivo un buon stipendio e non mi mancava nulla,, mi sentivo tranquillo, ma non mi sentivo più felice, tanto che dicisi di allontanarmi da quegli ambienti perchè sentivo che non era il mio destino.. se ciò bastava a darmi felicità, che bisogno avevo di allontanarmi alla ricerca di altri spazi?.."moltitudini" Non credo esista questo termine, "felicità" Ritengo sia una parola, (una delle tante) inventata dall'uomo per provare a spiegare una sensazione, e ad immobilizzarla. Alla fine l'interpretazione data dall'uomo, diventò "l'obiettivo" dell'uomo.. sempre dell'uomo, fa tutto l'uomo, ci fosse una volta che l'uomo si affidi alla vita più che alla sua pre-stupidità inconscia. I risultati di questo obiettivo da raggiungere, la felicità, portò a risultati visibilmente devastanti agli occhi del mondo. Alla frase " chi ti segue non si sta godendo la vita" è più umano il morso di una vipera. E la scienza ormai ha constatato, che seminando vento alla fine si raccoglie tempesta. Felicità è un termine antico. Qualcuno una volta disse che la felicità non si può spiegare, ed io avrei voluto rispondere: "allora cosa c+a*z*z+o* ne parli a fare!".  Sarà perchè non esiste, ma è stata inventata come tante altre cose dalla mente umana ?.  Mistero!. Ecco, un' altra str+on+z+ata.
61
postato da , il
Buster, su Hork TUTTI sono umili, perché o già lo erano, o, se anche non lo erano, lo diventano dopo aver capito di non aver capito niente. E' là la radice di ogni umiltà.
60
postato da , il
...La felicità è sapere che tra pochi giorni...
tu sarai qui con me...!
Anche questa potrebbe essere una risposta valida...
sempre se si aspetta qualcuno/a con trepidazione...!


:-))
59
postato da , il
Sì...eravamo partiti dalla "Felicità"...!
e.... aggiungo...tanto per non uscire dal "Tema"

"...l'attimo della felicità...
si brucia e ci brucia...!
Ed è fecondo...(l'attimo)
se ricade in ogni momento
della nostra vita..."
58
postato da , il
Meno male che eravamo partiti DALLA FELICITA'.
Posso venire pure io su Hork MA SOLO CON GLI UMILI POSSO???????

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti