Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Dieci agosto di Giovanna Sacchiero


9
postato da , il
Grazie Joas 70, ti dico una cosa...un tempo ero solita caricarmi le spalle delle sofferenze altrui tanto da non poter sopportare più neanche le mie e quindi diventare un peso per chi mi era vicino....ora ho imparato ad accettare il mio dolore e quello degli altri come parte integrante della vita e stò meglio.....così facendo se chi mi stà vicino stà male, trovo la forza di alleviare anche il suo dolore con la mia serenità...se ci pensi non è sbagliato....e non è neanche egoismo....
Per quanto riguarda l'essere amica...ti dico che non sempre sono una buona amica, a volte mi perdo, sono una cappa dura....però in genere quando qualcuno mi entra nel cuore è difficile che lo lasci scappare.....per quanto riguarda le conoscenze invece anche se non c'è un particolare sentimento le considero parte integrante della mia vita.....quindi piacere di aver fatto la tua conoscenza.....
Ciao e grazie per il commento che mi hai lasciato!
8
postato da , il
Ti posso dire già da ora, con massima sincerità, che non potrai mai essere un martello o un chiodo arruginito!!! Se un giorno questo dovesse capitare, sarà il giorno in cui i martelli ed i chiodi arruginiti saranno considerati oggetti pregiati!!!!!

Paolo.
7
postato da , il
Questa tua grande sofferenza ti fa onore,oggi è difficile avere un'amica come te,la tua preghiera aiuterà certamente la tua amica,se non a vivere ancora su questa terra la aiuterà a viere anche nei nostri cuori.Con quetsa tua bellissima poesia ai reso etrno il suo ricordo.
6
postato da , il
Grazie Paul per ciò che mi dici, funziona molto bene come carica batterie, l'unica cosa ..... se dovessi diventare un martello o un chiodo arrugginito, dimmelo con sincerità!!!
Comunque anche un falegname distratto può avere tatto!!!!(:0))))))))))))))
Buona giornata......
5
postato da , il
Gulp! Classica espressione "Nerudiana"...

Io non l'ho messa tra le mie preferite, però sicuramente ho messo te tra le mie preferite, che si possono contare sulle dita di una mano di un vecchio falegname molto distratto...

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti