Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "L'unica sensazione peggiore del non sentirsi..." di Paul Mehis


21
postato da , il
Caro Paul, al tuo cuore
inaridto, desidero innalzare
questa poesia:

Crac, la corda si è spezzata
guardo con amarezza la racchetta
la partita è persa
la vita se ne è andata!

Ma occorre continuare:
a vivere, o a giocare?

C'è sempre una rivincita
in questo strano mondo,
ma la morte non perdona
ció che ti ha tolto
non ti ridona!

Crac,
la corda si è spezzata
e non l'hai più riparata!
Bisogna vivere, bisogna continuare
Signore Iddio, mandami un segnale!
Vuoi un segnale per ricominciare?
Quando la corda farai riparare!

-francis-
20
postato da , il
Cara Sarah a volte un cuore fermo da troppo tempo può avere paura di non battere mai più ... ;)
19
postato da Sarah Sarotti, il
Ho scritto e cancellato il mio precedente pensiero perché talmente semplice che pure un bimbo avrebbe potuto scriverlo.
Il pensiero di Paul é chiaro e degno di considerazione.
Ma ragazzi io credo che prima o poi arriverá nuovamente una persona degna del nostro amore e in quel momento il cuore ricomincerá a battere, la pioggia non ci dará piú fastidio e sentiremo il suo scrosciare come musica celestiale. Tutto qui!

Un dolce bacio e un fortissimo abbraccio a chiunque lo sappia ricambiare. Deny
18
postato da klò, il
E' solo un atteggiamento egoistico...battersi in ritirata!
Mi auguro, d'ora in poi, che in questo sito vengano rispettati i pensieri altrui, altrimenti non avrebbe senso lo scambio di opinioni e nemmeno prestarsi a far commentare la propria frase; accetto il dibattito contraddittorio finchè si limita alla decenza, essendo un sito culturale, non mi sembra un linguaggio appropriato intervenire con parolacce per far tacere di prepotenza l'interlocutore. Spero che chi usa un linguaggio simile si accorga di questo onde evitare cadute di stile, che non fanno parte nè della letteratura, nè della cultura, nè della poesia. Chi non vuole farsi commentare la propria frase è liberissimo, ma deve anche capire che non tutti la pensiamo allo stesso modo, altrimenti ne va della libertà e democrazia!
17
postato da , il
Grazie a tutti per i commenti. Reputo però che questo sia una benemerita p*ttanata: "Chi non si sente più in grado di amare non soffre, avendo il cuore inaridito, è solo una consapevolezza razionale.."
Il punto è esattamente il contrario, se ami lo devi fare in modo integrale, devi mettere la persona amata dinanzi alle tue esigenze e quando nutri il dubbio di non saperlo più fare, sai che non sarai più degno di ricevere amore, ma non per questo non ne soffrirai! Tantopiù quando ne hai ricevuto abbastanza da ritenere che nessuno sarà più in grado di ridartene tanto...

Per quanto riguarda le varie forme di amore, certo ne esistono molte, oguno può darlo e riceverlo in vari modi,ma l'Amore tra uomo e donna consente anche di donare la vita, esiste qualcosa di più importante?

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti