Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Non si può costruire la propria felicità sul..." di Tindara Cannistrà

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

10
postato da , il
Ecco perché Kant dice DEVO quindi POSSO
  e se posso significa che sono LIBERO, quindi devo dunque posso e non viceversa  anche con la negazione, così paradossalmente la tua frase suonerebbe " si deve costruire la propria felicità sul dolore degli altri altrimenti
saremmo tutti felici, anche   yeratel 
deve soffrire perché è un angelo cattivo.  è la legge della compensazione per affetto.
9
postato da , il
gia'... spesso dietro la gioia di uno c'è la sofferenza di un altro
è il gioco beffardo della vita
8
postato da , il
A volte lo facciamo, anche se involontariamente...
ma non deve essere assolutamente così...
anche se,,,,
no comment.
Ciao
7
postato da Sarah Sarotti, il
Vera, certo, purtroppo ci sono persone che non si rendono conto
che la sofferenza che recano agli altri un giorno ritornerá su se stessi..perché si sa: si raccoglie ció che si semina!
6
postato da , il
purtroppo invece è così...ed è una realtà fin troppo vera..facile da riscontrare...anche nelle piccole cose!!

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati