Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Assopita nel tuo sonno, resti viva..." di Anna D'Urso


6
postato da , il
Non occorre far nascere nessuna disputa, ho solo espresso un mio pensiero su una mia frase.Quì nessuno sta giudicando perchè siamo troppo sulla terra per farlo...l'unico giudice sta lassù in cielo...
5
postato da , il
Nella storia di Eluana, non vi è che dolore. Dolore nel vederla vita senza vita. Dolore nel saperla morta. Dolore per Peppino Englaro e sua moglie.
Un dolore troppo poco rispettato.

Qui tutti hanno messo il naso chiesa politici e Media senza aggiungere tutta la gente che ha manifestato pro e contro.

Chi siamo noi per sentenziare o dire alle persone se e comem vivere?
4
postato da , il
Neanche io giudico; certe esperienze devi esserci dentro per capirle fino in fondo e anche io non avrei mai permesso questo su mia figlia, comunque questa esperienza ci lascerà il segno dentro e tanto insegnamento.
3
postato da , il
vedi cara non sta a noi giudicare e subito ho pensato: io non l'avrei fatto, ma non so il dolore della famiglia il disagio di una mamma ormai assente per il gran dolore, e la capisco perfettamente, ogni storia ha un percorso a se stante, non voglio assolutamente e spero mai pensare ad un esperienza del genere.
2
postato da , il
Le parole di Nostro Signore sono le uniche che si adattano purtroppo...grazie Anna

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti