Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Qualche granello di dolore resta sempre..." di Silvana Stremiz

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

9
postato da , il
Biagio...io vado oltre e la vedo diversamente. Vai chiedere a quelle madri che hanno perso un figlio...oppure a quelle bambine violentate ecc...

Ma vita terrena è un passaggio ok ma, che ogni dolore si cancelli col il cervello no... non certi " dolori"

Ad ognuno la propria idea la mia è questa.
8
postato da , il
Signori,
l'importante è vivere questo "passaggio terrestre", perché tale è, nella maniera più giosa e positiva possibile. Volenti o non volenti, la nostra vita, passata, presente e futura, è il frutto dei nostri pensieri. Pensieri che sono energia, la stessa energia di cui siamo fatti e di cui siamo parte.
Quindi, ok Sergio, dagli errori si impara, ma guardiamo avanti.
Chiedo scusa se ho suscitato l'"ironia" di qualcuno, non era mia intenzione salire in cattedra, ma diceva un grande, qual'era Socrate: "non sono d’accordo con te, ma darei la vita per consentirti di esprimere le tue idee".
Ad maiora.
7
postato da , il
Caro Biagio,

Mi sa che allora sono un soggetto da analisi ... :) .

Certamente il mio cervello cancella il dolore e le angoscie di fatti negativi - e non sempre - ma il ricordo negativo sicuramente no ... E credo che questo sia più che normale ... Quei granelli di dolore che rimangono attaccatti alle dita sono i ricordi negativi che comunque possono a volte aiutarci a non fare più degli errori o frenarci e non farci fare più "errori" ...
6
postato da , il
Il cervello può cancellare tutto ma, se le feritè dell'anima non finiscono di sanguinare...allora per il cervello non c'è nulla da fare.

Resterà sempre qualche granello di dolore tra le dita.
5
postato da , il
Rispetto, ma non concordo. Il nostro cervello, sebbene "questo illustre sconosciuto", è certo che, per aiutarci a vivere, tende a cancellare (anche totalmente) i ricordi negati. Ovviamente eccezioni a parte (v. traumi). In caso contrario, saremmo tutti, o quasi, sotto analisi.
Ma, al contrario, concorderei sull'enunciato esposto nel caso che esso si riferisca ad un granello generico: è inevitabile.
Grazie per l'ospitalità

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati