Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Dimmi di cosa ti vanti e ti dirò di cosa sei..." di Carlos Ruiz Zafón


4
postato da , il
A volte Vincenzo sai essere davvero inclemente. C.R.Z, prima di diventare scrittore era una persona e continua ad esserlo, prendere spunto dalla frase di un suo libro senza elaborarla nel contesto e tirargliela in testa mi pace eccessivo. Non lo amo particolarmete , forse in questo suo primo , ma l'ho trovato deludente in Marina. Ciò non vuol dire togliere merito ad una
persona che fa egregiamente il suo lavoro. Che poi non piaccia è un'altro paio di maniche.  Per rimanere a Barcellona Olè !
3
postato da , il
Le frasi decontestualizzate danno spesso adito a fraintendimenti...

"Un intellettuale di solito è uno che non si distingue esattamente per il suo intelletto. Si attribuisce da solo quella definizione per compensare l'impotenza naturale che intuisce nelle sue capacità. È la vecchia storia del dimmi di cosa ti vanti e ti dirò di cosa sei privo. Pane quotidiano. L'incompetente si presenta come esperto, il crudele come misericordioso, il peccatore come baciapile, l'usuraio come benefattore, il meschino come patriota, l'arrogante come umile, il volgare come elegante e lo stupido come intellettuale."
2
postato da , il
Al vanto come un'esca  abbocca il vanitoso.
1
postato da , il
Giusta osservazione... :-)

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti