Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "E non so perché quello che ti voglio dire lo..." di Alessandra Cecchini


11
postato da , il
tutto è vita che scorre insieme a te,tutto è dannatamente naturale,istintivo e,fortunatamente,poco razionale;stavolta parla il cuore e la tua anima mi ascolta!
10
postato da , il
la mia giornata è finalmente terminata e mi ritrovo qui con la solita voglia immensa di scriverti per non staccarmi,da te,nemmeno un istante,così non sento la stanchezza,nè il sonno mi vince,ci sei tu tra i miei pensieri,prepotentemente e piacevolmente,come mai niente e nessuna cosa prima d'ora! mentre ti scrivo sto ascoltando un pezzo scritto qiasi otto anni fa da me e mio "fratello"(ricordi te ne parlai la nostra ultima sera al pub)e mi vengono i brividi perchè sembra dedicato a te senza saperlo,senza neppure immaginarlo! te lo mando sebbene sia una versione molto arrangiata ma tu ascolta solo le parole del testo. è uno dei tesori che tengo custoditi nel mio giardino segreto ma da oggi non sono sola,da oggi affido a te la copia delle chiavi così potrai trovarmi,quando mi cercherai, lì tra le mie sterlizie e l'albero delle giuggiole,vicino allo stagno coi germani e,quando,assorta,guarderò l'acqua,non vedrò più solo il mio riflesso,ma scorgerò i nostri,laddove a nessuno era stato consentito l'accesso,laddove era il rifugio,ora sarà un nascondiglio per le nostre anime tanto lontane da toccarsi! ti amo Matte,tua Eli.
9
postato da , il
HO SEMPRE SOGNATO CHE QUALCUNO MI PARLASSE COSì DELL'AMORE,DEGLI EFFETTI CHE PROVOCA DURANTE LA SUA OSSIMORICA IMPLOSIONE !I GRECI DICEVANO CHE QUANDO PASSA AMORE NOI ESSERI FINITI DOBBIAMO LASCIARCI CADERE PERCHè NON POSSIAMO CONTENERE LA SUA FORZA INFINITA,DOBBIAMO LASCIARE CHE CI SCONQUASSI,CHE CI TAGLI L'ANIMA,CHE SI NUTRA DEL NOSTRO SANGUE,CHE LA PAURA SIA UNA COSTANTE,CHE QUESTO DISARMANTE STURM UN DRANG CI ATTRAVERSI LASCIANDOCI IMPOTENTI DI REAGIRE,DI PENSARE,DI REALIZZARE,DOBBIAMO LASCIARE CHE CI SBATTA COME LA FURIA DEL VENTO,COME LA VIOLENZA DI UNA TEMPESTA,IN OGNI LJUOGO,SENZA OSTACOLRLA,SENZA CONTRASTARLA,DOBBIAMO CHIUDERE GLI OCCHI E DURANTE QUESTO VIAGGIO LASCIARE ANCHE CHE AMORE CI LIBERI IN VOLO,CHE CI FACCIA SENTIRE LEGGERI PERCHè IL CUORE PARADOSSALMENTE è IN GOLA,PERCHè NELLO STOMACO CI FINISCONO LE MORSE E I MORDENTI,GLI AVVOLTOI,I VUOTI,LE PARANOIE,LE ARITMIE,I VIZI FORMALI,I DOLORI. MILLE VOLTE PREFERIREI QUESTO DOLCE STRAZIO ALL'APATIA SENTIMENTALE,MILLE VOLTE PREFERIREI SPROFONDARE IN QUESTO STESSO LIMBO DELL'OBLìO PIUTTOSTO CHE VIVERE ANESTETIZZATA,MILLE ALTRE VOLTE ANCORA,TI DICO,PREFERIREI ESSERE AVVINTA DA INARRESTABILI VOLUTTà PER NON LASCIARE ATROFIZZARE I MUSCOLI DEL MIO CUORE. HO PAURA DEI TERREMOTI,DELLE FRANE E DELLA MORTE MA NON DI TE! SE MI VOLTO INDIETRO VEDO SOLO MACERIE MA SE GUARDO AVANTI VEDO TE DA COSTRUIRE E UN'ENERGIA NUOVA IN ME CHE NON MI FA PENSARE A DOMANI MA SOLO A VIVERMI QUESTO TEMPO PRESENTE CON CONSAPEVOLEZZA CHE POTREBBE ESSERE UNICO ED IRRIPETIBILE.
8
postato da , il
le tue parole sono bellissime, come sempre ,ma ogni volta crescono e diventano simboli,chiavi sospese tra pentagrammi e serrature,volutamente gettate e rigettate tra le foreste oscure dei ricordi,impigliate tra i rami secchi dell'anima.ho rivisto insieme a te quella scena ed ero con te quando il cameriere ti fissava,quando hai attraversato la sala per andare a morire un pò in bagno,quando hai respirato Parigi e nuotato coi tuoi sensi nel sidro di mele,è come se fossi stata sempre un pò lì,nascosta,tra le maglie strette della rete che ti stringeva,fino a bucarle ed entrarti dentro.non ho trovato nè cadaveri,nè deserti inariditi ma solo buio e paura di spalancare di nuovo le pieghe più profonde del tuo cuore.accendo la tua musica e nutro le mie orecchie perchè portino alla mente tutti i flash dei nostri attimi affinchè il mio affanno si quieti.è naturale amarti,è naturale avere paura,è logico avere delle incertezze,tu hai sofferto per amore mentre io è come se non avessi passato perchè in me c'è solo la triste amarezza di non essere mai stata amata!poi sei arrivato tu,tutto è nuovo,tutto è in salita,tutto è in crescendo,tutto è dannatamente incerto,ma tutto fottutamente incredibile,tutto emozionante,unico,raro.non potrò nai più volere altro,ti devi fidare,perciò non posso permettermi di lasciarti andare!succeda quel che succeda!ti amo tua Eli
7
postato da , il
leggo e rileggo le tue parole e i caratteri si confondono,diventano lacrime d'inchiostro che trasudano dallo schermo,sento la tua voce,vedo il riflesso della tua anima come la pelle di un tamburo,tirata per catturare le percussioni, riflettere la luce delle onde che scuotono i logaritmi del cuore. anch'io non potevo immaginare,anch'io non potevo sapere,avevo deciso di vivere sola nella mia dimora,arroccata nella mia melanconia,tra le ragnatele dei ricordi,tutti spezzati,tutti filtrati,tutti colati,passati al setaccio perchè la fragranza di quelli buoni coprisse l'olezzo di quelli marci.ogni spiraglio era vietato alla luce del giorno,un'atmosfera ossianica e rarefatta mi accompagnava e mi cullava in un limbo di non soddisfazione e di tacita rassegnazione.una maschera perfetta sul mio viso come quella di una bambola cogli occhi di pezza da offrire agli avvoltoi per proteggere un fuoco che tenevo acceso solo dentro di me.tu hai scardinato questo gotico microcosmo e io mi sono abbandonata all'onda di fuoco che mi riscalda,che passi a me di giorno in giorno e che autoalimento.ho lasciato la mia dimora e ho riaperto il giardino srgreto,sto togliendo le erbacce,sto mettendo le ninfee nello stagno,ho disgelato lo specchio dell'acqua,ho tolto il coperchio della tomba e la bambina torna a sorridere con gli occhi,ad incuriosirsi di nuovo,a sedersi tra il grano,a sdraiarsi con il sole in faccia.è di nuovo estate!ora sono sul cancello e ti aspetto,dietro c'è il mare,davanti ci sei tu e più lontano c'è Sara che ci attende protetta da una nuova albal frattempo c'è un prato da seminare e fiori da piantare.ti amo

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti