Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Cento Sonetti D'amore (XVII) di Pablo Neruda


7
postato da , il
Il sentimento d'amore che nasce nell'anima che non ha origine dalla ragione, che quindi non cerca il compiacimento dell'ego, un amore vivido essenziale che nasce dal cuore, quasi cupido viscerale, tra l'ombra e l'anima, ma che non vuole altro che lo schiudersi di se stesso,
amore custodito come una luce preziosa, un amore in cui l'amante confonde il proprio cuore con quello dell'amata,  quasi a divenire una cosa sola con lei.

Bellissima, una delle più belle poesie che io abbia mai letto!!
6
postato da , il
il mio sonetto preferito... "t'amo, senza sapere come, nè quando, nè da dove..." fantastico, semplicemente fantastico...
5
postato da , il
è per me, è per noi amanti clandestini...
4
postato da , il
ogni volta che leggi questo sonetto non lo ritrovi mai come l'hai lasciato:noti sempre qualcosa in più,una similitudine,il significato autentico di una parola,e soprattutto ti avvicini sempre di più all'emozione dell'amore che il poeta vuole suscitare.Io lo conosco a memoria e ancora non sono entrata perfettamente nel suo significato profondo!
3
postato da , il
Bha,un pò deluso...sicuramente sono stati scritti sonetti d'amore ampiamente migliori (vedi l'amiko William Shakespeare XD)

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti