Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Chi vuol muovere il mondo prima muova se stesso." di Socrate


14
postato da , il
Angy*A, se vuoi davvero agire per cambiare il mondo (ho visto che ti professi cristiana, e su molti punti in altri post ci siamo trovati d'accordo), comincia col fare quello che ti dico: inserisci il tuo nome e cognome nel database, in modo che compaia in rosso, e la gente possa cliccarvi su per divenirti amica. Forza cristiani, le idee  tiratele fuori in prima persona, senza nascondervi.    : )))
Di che cosa avete paura ?
Ah, già.. tu parli di fatti. Beh, io ti dico che Cristo è vivo per la Parola, non per i fatti. Senza la Parola, i miracoli sarebbero stati solo giochi di prestigio. Le parole sono pietre, Angy...  : )))
Mi spiace che talvolta le mie vadano in faccia anche ai fratelli cristiani. Ma se  ci pensi, è un classico: Gesù se la prendeva soprattutto coi suoi fratelli scribi e farisei, addirittura capi della sua religione. Perché maggiore è la conoscenza e il ruolo, maggiore è la responsabilità.
   Chiudo l'interludio, che con Socrate c'entra oltretutto ben poco, e ti saluto caramente.
   Dunque: attendo da Federico di sapere dove abbia trovato scritta (credo in Senofonte) questa frase che riferisce a Socrate.
13
postato da , il
Eh, queste "frasi del giorno"...  (signor censore, embé??)  : )))
12
postato da , il
Ciao Federico...ci sono persone che non fanno mai niente per cambiare il mondo e soprattutto i primi sono loro...se tutte le persone agissero in questo modo...non cambierebbe mai niente...parole, parole, solo parole, senza i fatti...l'unità delle idee e le messa in opera di queste, cambiano il sistema per  migliorare ciò che non ci piace. Buon inizio di settimana Federico.   :)))Angy*
11
postato da , il
Anzi no: essendo frase del giorno, pensavo fosse stata postata dallo staff: ma vedo ora non è così.
Pregherei dunque Federico, autore del post, di darci quell'informazione (comunque lo staff, prima di renderla frase del giorno, credo ne abbia verficato la provenienza; dunque dovrebbe anch'esso essere in grado di  chiarire).
10
postato da , il
... Tuttavia, di questa frase di Socrate non ho un preciso ricordo.
Per la verità, fossimo stati al primo d' Aprile, avrei avuto forti sospetti.
    : )))
Socrate non ha lasciato scritto niente. Su di lui, vi sono 3 fonti principali: innanzitutto, Platone, che fu suo discepolo, che ne fa il protagonista della maggior parte dei suoi dialoghi; poi Senofonte, che scrisse "I detti memorabili di Socrate"; infine Aristotele, ma solo per brevi accenni. Infine c'è Aristofane, che in una sua commedia (Le nuvole) lo mette in caricatura.
Quanto a Senofonte (da cui temo sia stata tratta questa frase: non la ricordo nei dialoghi di Platone), è purtroppo poco attendibile, in quanto Senofonte non era un filosofo, ed ebbe oltretutto solo brevi rapporti con Socrate ( fu, in buona sostanza, un avventuriero). Molti ritengono che la sua opera sopra citata, più che contenere fedeli citazioni di Socrate, sia stata una sorta di polemica contro Antistene di Atene, principale esponente della scuola cinica (che è una delle scuole socratiche).
   In definitiva;: questa frase non sembra rientrare nè nella linea di pensiero (non la troverete citata in alcun libro di filosofia, credo), nè nello stile di Socrate, che non era didascalico nè caratterizzato da aforismi, ma principalmente colloquiale, inteso come era alla ricerca ad oltranza.
      Insomma, Socrate non si discute; ma, quanto alla frase, pregherei lo STAFF, ove possibile, di indicarcene la fonte.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti