Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Ascolti una musica, passano i giorni, passano..." di Pierluigi Cavarra


7
postato da , il
Barbara, io ho un figlio che più o meno ha l'età di Silvia,
parla e scrive come lei,
a volte mi arrabbio,
(loro userebbero un'altra espressione)
quindi, la tua non è cattiveria ma solo un amore per la nostra bella lingua, scusami ma ho confuso 'play' con 'stop'
accidenti con questi termini giovani io non ci azzecco proprio.

Tu pur amando il mio modo di esprimermi, essendo giovane, li sai anche usare
ciao.
6
postato da , il
Io intendevo "schiacciare il tasto Play" per riascoltarli e riviverli, ulgris. Sono d'accordo con te: nella giusta dose, senza farsi sopraffare dalla loro forza, i ricordi sono comunque piacevoli.
Quello che ho detto a Silvia, non è stato un atto di cattiveria, spero sia chiaro, è solo che mi dispiace vedere come spesso viene maltrattata e snaturata la nostra bella lingua, con un linguaggio 'da sms' che la rende poco gradevole, e avolte addirittura incomprensibile. Sono lieta che tu condivida!
Un saluto, grazie.
5
postato da , il
(continuo ,ho pigiato il tasto sbagliato,)quello che dici a  Silvia.
4
postato da , il
si la frase è veramente bella, Barbara non pigiare mai il tasto 'Pley' i ricordi sono sempre belli, anche quelli meno dolci, basta ricordarli nella giusta dose, condivido q
3
postato da , il
E la cosa davvero bella è che puoi pigiare il tasto "Play" e il "Rewind" non solo con la musica, ma anche con i tuoi ricordi. Bella davvero questa frase!

P.S. ma che tastiere usano i giovani d'oggi?! (scusa Silvietta, non me ne volere!)

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti