Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a La quercia caduta di Giovanni Pascoli


26
postato da , il
Dov'era l'ombra, or sè la quercia spande
morta, né più coi turbini tenzona.
La gente dice: Or vedo: era pur grande!

Pendono qua e là dalla corona
i nidietti della primavera.
Dice la gente: Or vedo: era pur buona!

Ognuno loda, ognuno taglia.
A sera ognuno col suo grave fascio va.
Nell'aria, un pianto... d'una capinera

che cerca il nido che non troverà.
25
postato da , il
se a cualcuno serve 1 commento eccolo

tante vole noi ci giriamo attorno e vediamo cose che neanche capiamo il significato,ma quando quell'oggetto non c'è più ci manca.la quercia di cui parla l'autore  giovanni pascoli vedeva passare e ripassare anziani adulti bambini e li faceva riposare sotto la sua grande chioma ,adesso non c'è piu battuta a terra dalle imperie.nell'aria solo il pianto di un uccello ,solo lui capiva l'importanza ; perchè ospitava il suo nido. oramai si preparano i gravi fasci. la quercia non c'è più
24
postato da , il
è bellissima ma è pure molto difficile è il significato è molto profondo
23
postato da , il
è complicata me è molto bellaaaa!!!!!!!!!!!
22
postato da , il
bellissima questa poesia

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti