Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Chi è capace di capire non ha bisogno di..." di Lama Jongden


17
postato da , il
Infatti. Capire nel senso di comprendere. Di fare diventare tuo un concetto, come diceva Gaber "mangiare un'idea". Tutti i sani in mente o corpo possono capire se vogliono, se cercano, se ambiscono alla conoscenza. O no?
16
postato da , il
io il "capire " lo vedo come evento della vita... nel senso che molti hanno uno spirito vivace quindi aperto a tutto cio' che gli si pone davanti ...altri non sono pronti come spirito  a determinate situazioni  e quindi non le comprenderanno mai...io vedendola da quest'ottica la frase  la condivido
15
postato da , il
Gaetano Toffali, io credo che il "capire" e il  "non capire" cui qui si fa riferimento debba intendersi nella sua forma più alta (un quasi sinonimo di "conoscere") e non riferito alle piccole cose quotidiane.
14
postato da , il
Perchè non può capire? Su che base? Sulla mancata esperienza? Per me non capisce, chi non riesce a spiegare ciò che vuole dire!
13
postato da , il
caro Vincenzo, a me sembra proprio il contrario.
Ripeto, è razzismo intellettuale pensare che c'è chi capisce e chi no e sopratutto che le due cose siano fisse ed immutabili.
Questo è la premessa per un sistema oligarchico.
Teoricamente la miglior forma di governo al mondo: governano i migliori. Praticamente il preludio a fior di dittature.
Io mi ritengo, senza sciocche immodestie, capace di capire in letteratura, arte e logica. Questo però non significa che non debba mai chiedere spiegazioni, anzi più mi approfondisco in una materia e maggiore è in me lo stimolo a capire ancora di più. Forse poi dipende dalla professione che ho fatto per tanti anni, il "formatore" la convinzione che spesso è colpa del maestro se l'allievo non capisce.
Sinceramente.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti