Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Soffrire non dà alcun diritto." di Vincenzo Cataldo


3
postato da , il
Credo sia pericoloso per gli altri e anche per se stessi credere d'avere più diritti di chi non soffre. Anche perché chi può giudicare la sofferenza altrui? Sarebbe umanamente giusto che la sofferenza altrui venisse rispettata, ma spesso, invece, viene sfruttata... :((  DEPLOREVOLE!!!!

Ciao Vincenzo, è un argomento vasto e pericoloso (pericoloso solo per alcuni...)
2
postato da , il
Infatti è a me stesso che penso prima di ogni altra cosa , e non certo per semplice egoismo.  Questa comunque è una cosa breve , costruita pensando all'uso che fanno malevoli individui di questo argomento.
Naturalmente essendo breve si presta ad essere interpretata in vari modi .
Quello che volevo dire in sostanza è che . la sofferenza è una moda , di cui molti fanno un uso spregiudicato .  Ed è questo che io critico.
Personalmente ho tentato _ avendo provato _ a gestire la mia , con risultati piuttosto scarsi devo ammettere , ma non ne ho mai fatto un rifugio come tu la definisci .  L'ho vissuta e mi ci va un sacco di tempo per superarla .
Anzi per superarla devo tornare al mio stato abituale , che è quello di " incazzato con tutto . ma non sempre mi riesce .  ..............
1
postato da , il
È inutile agli occhi degli altri ma a volte può salvare i propri . Attraverso la sofferenza alcuni hanno avuto il diritto di creare immensi capolavori. 
Personalmente non seguo più  il rifugio della sofferenza... non mi interessa dare soddisfazione a nessuno, ma  tutto può essere potenza se è  custodita in segreto . Diversamente anche la felicità dopo un po è noiosa, e ci si passa oltre .
Nel dubbio non mi fisso in nulla.  Non l' invulnerabilitá... ma la consapevolezza che si prende beffe quasi di tutto .
Perché quasi tutto lo merita .
Frase abbastanza significativa comunque .  Te la dovresti dedicare secondo me .
Slt

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti