Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Tutte le saggezze del mondo a nulla servono di..." di Dario Pautasso


4
postato da , il
…ipotizziamo, un malato grave … ????.... come fa  lui a prendere  cura per se stesso  se non è in grado?...E poi…   non basta  essere di saggezza … ps,   i nostri  nonni sono pieno di saggezza e quanti di loro si sentono abbandonati e sofferenti ??? .. E poi, quanti giovani laureati per il mondo  disoccupati,  presuppone che loro hanno preso cura di loro stesso,  perché fin dei conti hanno studiato,  hanno investito sul loro  capitale umano…NO? E, quindi  dovrebbe essere  qualcuno prendere  cura di loro ...??? ….  E poi  quanti bambini  muoiono in mare ???.. loro non sono in grado prendere cura di se stesso ???.. No.?  ….E poi,...l’ essere umano , compresa  la sua forma , collettività  umana ,  non è ancora in quel  “stadio” di  Capire e Valutare, che  la sofferenza  è  parte della vita è ciclo…Penso che  adesso per adesso  la saggezza  è  dentro di noi non  come una  cosa  “Organica”  ma come una  “Applicazione”…  ecco,  perchè  (penso) che siamo fatti più  accademici  e  da dare lezione,  che essere  di  sensibilità_ coscienti_ e di azione.  !!! ….  Quindi , per salire in una cima della montagna  ci vuole un sostegno,   anche se conosci bene  sia la  tecnica, strateggia di salita  e  sia la filosofia della montagna .. NO ???.... :).. La penso cosi.. :)
3
postato da , il
Credo che prima ancora di prendersi cura degli altri sia necessario, indispensabile, prendersi cura di sé stessi; e quale cura verso se stessi è migliore del filosofare?
2
postato da , il
Già. L'ho scritta, la frase, quando pensavo che sarei morto. Ma ancora una volta, mi son salvato.
1
postato da , il
..  (penso)…  l’ essere umano in questo  stadio che si trova piace più  filosofare che essere sensibile e prendere cura dell' altro …  bella riflessione …

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti