Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "La felicità è tagliarsi le vene. E scoprire..." di Joe McFly


120
postato da , il
ciao... condivido molte delle cose scritte da speranza... stavo uscendo da 1 periodo molto difficile x me... sono stata molto male x la malattia di mia mamma i problemi in famiglia, le delusioni in amicizia amore e a scuola... qualunque cosa facessi andava male... pensavo di esserne uscita... le amichee adesso ce le ho il fidenzato non è tutto nella vita quindi fa niente a scuola stavo andando bene anche se adesso è sucesso 1 piccolo problema... ma ieri ho litigato tantissimo con mia mamma malata e sono volate botte... stavo malissimo... piangevo così tanto e forte che ho vomitato l'anima... allora mia mamma è uscita e ho preso il coltello dalla cucina... quello più grande sono andata in bagno e mi sono tagliata x la seconda volta nella mia vita... e mi terrorizza ammetterlo dopo stavo meglio... ok forse sono malata forse sono 1 idiota ma ho iniziato a pensare al suicidio intorno ai 5 anni... ok è 1 stupidete ma è vero e egli anni c ho pensato sempre più seriamente fino ad andare a cercare in interne i modi più veloci semplici e meno dolorosi x morire... non so cosa fae sono sempre rimasta in vita x la paura di fallire, x i miei familiari e amici e x quello che direbbe la gente cioè che sono solo 1 coderda emo di merda... vabbè tanto a nessuno interessa quindi finisco qui ciao a tutti
119
postato da , il
il mio contatto msn è speranzaa@hotmail.it mi sembra di averti aggiunto bene...comunque grazie...sfogarsi a volte fa bene,m sn smp tenuta tt dnt...odio questa vita,la schifo dal profondo del mio cuore...
118
postato da , il
Cara Speranza,
sono contento per la tua scelta e non vedo l'ora di poterti parlare... Ti scrivo per dirti che, però, non ho ricevuto sin'ora alcuna richiesta di contatti Msn: non mi hai ancora aggiunto, o hai errato? Fammi sapere...
117
postato da , il
grazie e scusatemi davvero x il mio sfogo ma appena m sono collegata su questo sito mi sono resa conto che finalmente avevo trovato qualcuno con cui parlare,sfogarmi,ho visto che hai(spero che posso darti del tu) anche un'indirizzo msn ti ho aggiunto....i genitori voglio solo il bene dei figli purtruppo a volte come in questo caso nel mio lo dimostrano e lo fanno in maniera opposta,ostacolando scelte,sogni che per me sono importanti,sogni di una vita...la depressione,questo mio dolore non è solo per colpa loro,un'insieme di delusioni,di sofferenza accumulata ove ora giorno per giorno sto scoppiando...voglio smettere di vivere..voglio morire..Io sn inutile in qst mondo..non concluderò mai niente in questa vita fatta di sofferenze..io non capisco..se un giorno noi dovremo morire..xk non morire subito??..invece di vivere questa vita da schifo..Nella mia vita ci sono solo delusioni…sono stanca di combattere per niente..in questo momento vorrei morire e forse rinascere in un’altra vita, migliore di questa..non ho mai una soddidfazione, mi tolgo un peso dal petto ma poi ne ho altri mille addosso.Vorrei avere il coraggio di quelle persone ke scappano da casa e da tutti.Se ce l’avrei,l’avrei fatto già da 1 pezzo..Adesso basta..sto male veramente..e da troppo tempo…non è una cosa da nulla..sto sempre depressa,anke quando sto con gli amici…
116
postato da , il
Cara Speranza,
la tua storia ha un particolare che la rende più triste e aumenta la rabbia di chi si dispiace per la tua situazione e per chi ne vive di simili: una famiglia che non sostiene, ma che, oltremodo, ostacola i progetti di una figlia...
Se ci pensi, però, c'è che di assurdo (con questo non dico che non credo alla tua storia, anzi... è solo un invito a pensarci su. Se poi sbaglio, mi dirai!): vero che si sentono storie in cui genitori sono 'veri nemici' dei figli e non ne hanno rispetto, ma nella maggioranza dei casi i genitori tendono a preoccuparsi dei figli e, forse, proprio per questo, senza volerlo, diventano oppressivi e ostacoli per loro.
Forse i tuoi genitori, come dici te, sono un pò all'antica e certe cose non arrivano ad accettarle, imponendo anche a te cosa devi o no pensare e fare. Queste situazioni, anche se richiede uno sforzo enorme (ma cos'è un sforzo in confronto al male che sopportiamo in queste situazioni?), si possono risolvere parlando, dialogando, o mettendo la corrente dei fatti familiari molto intimi con la tua famiglia, in modo NON di mettere parenti contro parenti, ma di dialogare e cercare di capire cosa è davvero corretto per i figli.
Ripeto: i tuoi lo faranno certamente intenzionalmente, e quindi non si rendono conto del male che ti fanno: parlargliene (e non urlando) li metterà a corrente della situazione. Provaci!

Ultima cosa: non sei sola... Qui siamo tanti che abbiamo vissuto e viviamo situazioni tristi e\o difficili: tra noi possiamo parlare e scambiarci consigli senza giudicare. Forse parlare con un 'entità al di là dello schermo' sembra folle, o inutile, ma aiuta. Confidati, qui o in privato, e saremo disposti a darti una mano. Con il cuore.
Se cerchi qualcuno con cui parlare, se cerchi una speranza o solo un gesto diverso a tutte le tue gironate senza meta, ci siamo noi, ci sono io... Contattami: noi leggiamo e ascoltiamo. Ho letto tutti i 115 comementi e continuerò a farlo, perchè come te cerco una speranza e non mi arrendo: se hai resistito sinora, puoi farlo meglio con noi.
Non rimandare: cosa hai da perdere... So che non sei egoista e pensi al dolore dei tuoi genitori e dei tuoi cari: pensa alla nostra gioia: ci renderesti felice contattandoci.

(Spero) A presto,
Joe McFly

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti