Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Datemi un uomo normale ed io lo guarirò." di Carl Gustav Jung


9
postato da , il
Vincenzo...!

...e il bambino...si fece "UOMO"
8
postato da , il
Non c'è la "regola".
Il concetto di "normalità" è relativo, attiene alla maggioranza; ma la maggioranza può anche (come sempre è accaduto nel corso dell'evoluzione) essere minorata rispetto ai pochi (via via sempre di più) che recano i miglioramenti genetici avanzanti.
Questo concetto di "normalità", che misura il singolo sul metro della massa, dovrebbe essere sostituito da altri tipi di valutazione, in grado di cogliere le capacità individuali. Si scoprirebbe così che molte persone non "normali" psichicamente recano in sé la scintilla del genio.
Il problema di queste persone sarà allora recuperare l'equilibrio, senza perdere quella scintilla. Viceversa queste persone vengono oggi intontite da medicinali troppo primitivi, propinati da medici troppo ign*oranti e troppo saccenti.
7
postato da , il
Credo nella anormalità di un creatore
siamo tutti diversi, anche uguali
la malattia è...
ci uniformiamo

la regola è importante
il problema è
il regolista
6
postato da , il
Vincenzo, se non è perduto, sarà in buona salute, e le medicine lo fanno male :-)))
Buon agosto!!!
5
postato da , il
essere normali è una malatia?
datemi un uomo perduto ed io lo guariro,:-)

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti