Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Amleto di William Shakespeare


44
postato da , il
Pezzo bellissimo di un uomo che si chiede se forse la scelta della fine non sia un atto di viltà, ma forse un atto di coraggio. Difficile rispondere, ma un giudizio credo non sia richiesto: che ognuno viva la vita con le proprie scelte, purchè siano scelte consapevoli che non confondano la resa con il coraggio, o la forza d'animo con la paura.
43
postato da , il
è meglio non essere...domani m'ammazzo
42
postato da , il
chi lo sa forse non losapremo mai...cosa sara' meglio x l uomo...nessuno puo' dirlo perche' tanto non cambia nulla
41
postato da , il
certo questo pezzo di Shakespeare può sembrare esageratamente pessimista e disfattista. Il suo monologo fondato appunto sul passivismo(tipico degli stoici) si contrappone ad un insopportabile desiderio di vendetta e di riscatto. Come poterlo biasimare, il padre è stato ucciso dallo zio, e la madre si è sposata con esso senza battere ciglio. Vorrei vedere voi che lo giudicate troppo melodrammatico cosa fareste in una situazione come la sua. Se solo proviamo a pensarci le angoscie di Amleto diverranno più che giustificabili...è sempre facile giudicare dall'esterno; quindi prima di giudicarlo proviamo a metterci nei suoi panni e tutto cambierà di prospettiva.
40
postato da , il
"Essere o non essere", recita Amleto. Il problema dell'essere e quello dell'esistere coesistono in un unico interrogativo, un dilemma che riguarda l'identità umana, la sua affermazione e il suo ribaltamento; il dilemma appunto di Amleto.E il dilemma di Amleto è appunto il dramma dell'uomo. La razionalità di Amleto nasce dall'irrazionalità di un sentimento che lo logora nell'intimo di sè, da una disperazione e un tormento causato dall'Altro, da un altro che è il più vicino, il più conosciuto e il più amato e al contempo il più lontano e il meno conosciuto e il meno amato. Io per certi versi mi sento come Amleto. Mi servirebbe forse un siongho, l'oggetto magico rituale che in Burkina Faso serve a catturare le streghe. Lo si fa arrivare dai villaggi vicini. In questo momento, a dire il vero, vorrei essere io la strega col fluido che incanta, paralizza o attrae la verità dell'esistenza. Ma io sono come Amleto, tragico, disperato, doloroso, amaro, pungente, tormentoso, straziante Amleto!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti