Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "È possibile che tutto ciò che la scienza non..." di Sir Jo (Sergio Formiggini)


40
postato da , il
Il mio pensiero sulla potenza della mente e del pensiero non è minima. Trovo che sia uno strumento potente, potentissimo, uno strumento che è, se usato, capace di cose inimmaginabili. Che dire di uno strumento in grado di riuscire a comprendere anche i propri limiti, uno strumento che li comprende e fa di tutto per superarli.

Nonostante nella mia vita abbia avuto le mie suggestioni sia in veglia che in sonno, non credo nelle cose che vuole dimostrare la parapsicologia e continuerò sempre a non credere cose che non mi siano dimostrate.

Rido di alcune battute (non delle persone) che dicono che a me i fenomeni paranormali non mi si mostrano perché non credo in spiriti ed altro ... Sostanzialmente è esattamente il contrario di quello che io CREDO. Se i fenomeni esistono tutti li possono vedere soprattutto se uno (come me) è ben disposto a vederli, ma non a credere senza vedere.
39
postato da , il
Ovviamente il mio scrivere non aveva che una parvenza di fisica scientifica ... in ogni caso qualcuno prova a teorizzare qualcosa di simile ... Non voglio dilungarmi, né dissertare di fisica teorica. Da persona interessata di astrofisica ne so molto più di questi cenni: sia delle teorie, che delle scoperte di questa scienza. Non era la mira del mio scrivere. La mira era un poco più sottile se vuoi ...
38
postato da , il
Le moderne teorie cosmogoniche hanno questo di simpatico: la fantasia dei loro ideatori...
Ma, a parte la circostanza che una stella, quando genera un buco nero, implode e non esplode, anche ammesso che al di là dell'orizzonte degli eventi riemerga massa sotto forma di energia, si tratterà pur sempre di una massa stellare, e non della massa gigantesca di un intero universo.
     Visto tuttavia che ti piacciono queste fantasie, ti evidenzio alcuni elementi, forse più... "concreti", su cui meditare.
- Più del 90% della massa dell'universo dipende da materia ed energia "oscura", cioè invisibile sia ai nostri occhi, sia ai nostri strumenti di rilevazione. Ne individuiamo a presenza solo dagli effetti gravitazionali, principalmente dalla strana rotazione su se stesse delle galassie. Di che genere di materia e di energia si tratta?
- Ma, ancora più a monte: siamo proprio sicuri che, nell'Universo, gli effetti fisici possano essere prodotti solo da cause fisiche, cioè materiali? Non potrebbe la materia disporsi secondo "linee di forza" non generate da cause materiali, ma da un substrato più etereo, di natura immateriale ed impalpabile, sinora a noi del tutto sconosciuto?
- "Quale massa piegherà mai lo spazio?", dici. Prova a sostituire la parola "massa" con la parola "forza". Esistono molteplici segnali, anche in natura, che la straordinaria forza del pensiero è in grado di produrre effetti fisici potenti.  Se proprio non vuoi prestare fede a fenomeni "parapsicologici", pensa all'effetto placebo, o ai fachiri in grado di abbassare la propria temperatura corporea e il battito cardiaco a livelli "impossibili".
- Ora pensa: se un solo uomo può fare questo, non è possibile che un complesso coordinato di moltissimi uomini, anzi di moltissimi o addirittura infiniti esseri viventi qualsiasi possa fare molto di più? Se la vita, e poi l'intelligenza, sono le punte di diamante della natura, cioè senza dubbio la sua espressione superiore e più complessa, non è forse illogico pensare che essa vita ed essa intelligenza non siano in grado di DOMINARE il mondo materiale, "leggi" fisiche comprese?
- E se così fosse, perché mai andare a cercare un "Dio" fuori di noi e di ciò che vive?
- E infine: siamo poi sicuri che la "vita" e l' "intelligenza" siano in grado di manifestarsi solo sotto spoglie materiali?? In altri termini: se l'intelligenza VALE di più della materia, perché è in grado di manipolarla e di dominarla (come dimostrato dai primitivi risultati finora raggiunti dall'attuale specie dominante sul pianeta Terra), non ti sembra illogico pensare che l'intelligenza derivi dalla materia, anziché l'inverso, e cioè la materia dall'intelligenza, semmai preesistente, quest'ultima, in forma non materiale?
     Buona meditazione, mio caro amico.  : )))))
37
postato da , il
Se l'uo se l'uo o  mmmm o scopri scopriss e ogni veri veri ver i i tà di questa te e rra non gli rima rre e e bbe altro che cer cer cerca a a rne  di i nuo oo ve.

Salu ...
uu..
ti.
36
postato da , il
Universo a bolle. Attraverso l'esplosione di una stella che diventa buco nero l'immagine che al di là dell'orizzonte del tempo il tempo ricominci. In un big bang la massa di un universo si trasferisce come energia in un altro nuovo spazio dando origine a nuova materia, nuovo tempo.

Approssimativo pensiero di una mente ancora primitiva: "Quale massa piegherà mai lo spazio in tal guisa da ottenere quell'effetto?"

Un'intera razza concentrata nel trovare come realizzare una tale concentrazione di materia da piegare lo spazio. Ed un giorno sentirsi creatori, sapere che al di là di quell'orizzonte del tempo un altro universo è stato creato; fenomeno da indagare su cui si è perso il controllo perché al di là non si può passare ... pensando che in quel "gioco" tra miliardi di anni forse qualcuno farà lo stesso. Ammesso che resti questo creatore e non venga "bevuto" dalla sua stessa creazione, non finisca per far parte della materia diventata energia di questo nuovo motore ...

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti