Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Non mi piace Nietzsche perché ama la..." di Bertrand Arthur William Russell


82
postato da , il
Comunque nietzsche, è semplicemente la parte meno democratica di Emerson. Le idee sono quasi identiche, è il modo di esprimerle che fa la differenza. Anche se Emerson non scherzava.
81
postato da , il
Ho capito perfettamente il tuo discorso...ma io ho poca memoria e quello in cui credo lo esalto al pubblico, ma tendo a distruggerlo quando poi mi ritrovo con me stesso.
80
postato da , il
Grillo è solo una delle mie tante reincarnazioni.
79
postato da , il
la mia ipotesi che un ateo vorrebbe credere in un dio ( o un qualcosa chiamato con un altro nome) è dovuta al fatto che ogni creatura ha dentro di se il desiderio della grandezza. E quindi ha sempre il desiderio di immaginare qualcosa di più grande rispetto a ciò che è.
E' istinto... non ragione.
78
postato da , il
Ho visto ciò che hai scritto relativamente alla lettura, cui ti sei appassionato solo negli ultimi anni.
    In proposito vorrei però dirti una cosa, e spero di riuscire ad esprimerla in maniera comprensibile, perché è un concetto molto difficile da rendere a parole.
    Ecco: si possono leggere mille libri, e conoscere e ricordare quei mille libri alla perfezione; ma questo è il funzionamento dell'erudizione, forse anche della cultura; ma non ti fa crescere neanche di un millimetro.
    Si possono invece leggere 3 righe, ed elaborare quelle 3 righe dentro di sé, di collegamento in collegamento, di "ispirazione" in "ispirazione", fino ad arrivare a coinvolgere in questi collegamenti la conoscenza di una fetta considerevole di se stessi e dell'universo intero.
    Quindi i libri sono libri, mentre gli uomini sono libri viventi.
    Dici di aver letto 30 libri? Beh, ora ti dirò una cosa che ti scandalizzerà: io ne ho probabilmente letti di meno. Ma ho letto dentro me stesso.
    E anche tu lo fai, "Gente de Borgata". Mi sembra anzi di vederti, quando leggi 3 righe e ti metti a pensare, e dentro la tua mente passano vagoni di idee...
    Ma - te lo chiedo per favore - abbandona il turpiloquio, l'in*sulto, la volgarità, e sopra tutto il sospetto che li genera. Sono cose vecchie, retaggi di epoche e condizioni psicologiche passate: zavorra inutile per te che puoi volare e arrivare lontano.
    E poi... abbandona Grillo, causa prima di questa escalation di contumelie.  : ))))))

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti