Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Non mi piace Nietzsche perché ama la..." di Bertrand Arthur William Russell


317
postato da , il
Caro Daline, per ora metta il suo, di naso, nel file che le ho inviato: e risponda cortesemente, anziché parlare di "nasi", alle mie domande. In assenza, dovrò trarre evidenti conclusioni.
316
postato da , il
Attendo in proposito una sua risposta, pronto naturalmente a ricredermi ove mi apporti diverse evidenze.
Tralascio naturalmente di rispondere alle provocazioni tep+pistiche di Alessandro Serra, affinché egli non riesca ad ottenere lo scopo di inquinare la serietà del dialogo trascinandolo, come suo solito, sul piano dell'insulto.
315
postato da , il
Sig. Giuseppe se le dico che i 3 punti sono opera di Grillo non sono ne scemo ne ottuso :) se anche fossero stati conseguiti nel 15-18 non ha importanza sono opera di GRILLO GRILLO GRILLO 3 come i punti e se si sforzasse a cercare un pò più in la del suo naso troverebbe in internet un file in pdf che gli spiega tutto
314
postato da , il
Per Daline 98: Quanto al ponte sullo stretto di Messina, it.wikipedia.org/wiki/Ponte_sullo_Stretto_di_Messina .
Qui potrà vedere che: “Il 27 ottobre 2011 l'Aula di Montecitorio ha approvato una mozione dell'Idv, che impegna il governo «alla soppressione dei finanziamenti per la realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina». La mozione è stata approvata con 284 favorevoli, un solo contrario e con l'astensione della maggioranza PDL  (…).Tuttavia già il giorno successivo la maggioranza tornò a sostenere che il ponte si farà, e alle prime dichiarazioni del presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo e del Ministro della Difesa Ignazio La Russa seguì una nota ufficiale del governo in carica in quei giorni a Palazzo Chigi, dove si legge anche che «l'opera è solo in parte finanziata dall'intervento pubblico. L'onere complessivo dell'infrastruttura prevede anche la partecipazione di capitale privato, l'utilizzo di Fondi strutturali e di altre fonti». (…)Il 30 settembre 2012 Corrado Clini, il ministro dell'Ambiente del governo Monti, ha dichiarato: “Non esiste l’intenzione di riaprire le procedure per il ponte sullo stretto di Messina, anzi al contrario, il governo vuole chiudere il prima possibile le procedure aperte anni fa dai precedenti governi, e per farlo deve seguire l’iter di legge” Il 10 ottobre 2012 il governo Monti, nella cosiddetta legge di stabilità, ha stanziato 300 milioni per il pagamento delle penali per la non realizzazione del progetto. Il 31 ottobre 2012 il governo Monti ha deliberato di prorogare, per un periodo complessivo di circa due anni, i termini per l'approvazione del progetto definitivo del Ponte sullo Stretto di Messina al fine di verificarne la fattibilità tecnica e la sussistenza delle effettive condizioni di bancabilità. Antecedentemente era stata prevista, dalla Legge obiettivo, l'apertura della Conferenza dei servizi con l'approvazione entro febbraio 2012del progetto definitivo da parte del CIPE e il contestuale avvio della gara per il reperimento dei finanziamenti, la stesura del progetto esecutivo e l'apertura dei cantieri principali preventivata a partire dalla metà del 2012. L'intento era quello di aprire l'opera al traffico nel 2019.
Il 3 novembre 2012, la China Investment Corporation (Cic), fondo sovrano di Pechino, e la China communication and construction company (Cccc), si sono rese disponibili a finanziare l'opera. “
Cosa avrebbe fatto il M5S in questo contesto, in particolare nel periodo che va dalle recenti elezioni politiche sino ad oggi, non è riportato: attendo, mio caro Daline98, che possa spiegarmelo lei.
313
postato da , il
Daline, lascialo perdere... lui parla di fatti, gli altri chiacchierano solamente.
Lascia perdere fidati.
Lui è come i politici...
venderebbe la madre per una ragione in più.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti