Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Per confutare la regola che tutti i corvi sono..." di William James


26
postato da , il
In cucina me la cavo abbastanza bene. Faccio tutto da me.
Ciao
25
postato da , il
Ti dico quello che credo io nei miei pensieri.

Se tu mi chiedessi: credi che grillo ce la farà a fare quello che vorrebbe ?
ti rispondo, no. Non ce la farà MAI. ma questo lo sapevo molto prima che il movimento prendesse piede. Ne parlavo con mio fratello due anni fa, e lui mi diceva: lo fermeranno in tutti i modi, non gli daranno spazio. Lo avevo capito anch'io. Vedi,ci sono anche dei fattori psicologici che subentrano e che secondo me e che andrebbero calcolati o almeno presi in considerazione.
Se io fondo un movimento e reputo il vostro operato insufficiente e vi dico: io so cosa bisogna fare, tu, da un punto di vista proprio umano ( anche se io avessi tutte le buone idee di questo mondo) me lo lasceresti fare tranquillamente, o proveresti a fermarmi  in tutti i modi, dato che subentra  anche un motivo d'orgoglio personale e (UMANO) politico?.
Alla fine le idee di grillo passano in secondo piano....perchè non è più una sfida di idee, ma una guerra tra persone.

Ora, se tu mi chiedessi però:  mettiamo conto che per una possibilità molto remota, grillo avesse il potere di poter fare tutto quello che riporta il suo programma, e tu mi chiedessi: secondo te lo farebbe veramente.
Io ti rispondo di SI. Ne sono profondamente convinto.
Lascia stare il carattere di grillo. sai quante persone ho conosciuto che avevano un pessimo carattere ma erano persone molto in gamba?
e sai quante volte poi ho visto esattamente l'opposto di questo?
una marea Giuseppe. Ma questa è un apparenza che non centra nulla con il risultato finale. Questo è quello in cui al momento credo.
Ci sono dei meccanismi di conflitti di personalità che vanno considerati,
aldilà delle idee buone o meno che si possono avere.
Ogni persona in questo mondo che voleva cambiare qualcosa è stato perseguitato in qualche modo. Lo insegna la storia. E il motivo è sempre dovuto al conflitto di personalità dell'essere umano. Non so se mi sono spiegato. Grillo non è stato discriminato adesso,
grillo è stato sabotato dalla nascita...solo che ancora non lo sapeva :))))))))),
24
postato da , il
Personalmente, non vorrei altro che Grillo fosse onesto e sincero in quello che dice. Ma non ci credo. Condivido il 100% delle speranze che la gente ha posto in quell'idea. Ma ci sono alcune cose che mi hanno dato TROPPO fastidio. Una tra tutte: si era andati oltre le più rosee aspettative, e 8 milioni di voti sono rimasti in congelatore. Ho fatto quello che ho potuto: ho sottoscritto petizioni, ho invitato amici a farlo, alla fine sono andato sul suo blog, e mi hanno chiamato "troll", e come me tutti gli altri. Comunque, non ne parliamo più.
    Buona cena. E beato te che sai cucinare bene. : ((
23
postato da , il
Il discorso non appartiene all'essere parlante. Lo disse Bene....
un altro pazzo che non si preoccupava di passare come tale.
Io so tutto io, l'altro sa tutto lui, quell'altro ancora sa tutto lui....
e il fine comune é:  0.
Avrei fatto a meno di parlare di grillo una settimana fa, ma ormai la macchina era in moto. Non è facile il discorso 5 stelle. Ma se non sei d'accordo con gli ideali di grillo non vedo perchè dovresti credere negli altri ( che a mio avviso sono ancora più chimere) . E' questo che non ho trovato molto logico. Preferisco qualcuno che non crede in nulla, piuttosto che uno che crede "nel" nulla :))). Vado a cenare, ho fatto i tortellini al pomodoro. La mia vera passione è la cucina, altro che grillo. Magari un domani proverò anche a cucinare i grilli. Chissà;).

Buona serata
22
postato da , il
Però devo dire un'ultima cosa.
Una cosa molto seria.
Tu giustamente dici che molti dei miei commenti sono della serie "so tutto io".
Questa cosa la pensavo proprio ieri sera. E' vero. Talvolta è adirittura talmente evidente, da poter essere anche inquietante.
Ma credimi, non ci posso fare niente.
Non è vero che so tutto io, io non so niente.
E' una vita che leggo quello che scrivo, e mi meraviglio.
Perché spesso quello che scrivo, non lo scrivo di mio.
E' una strana sensazione,sai? Sia quando si scrive (o si parla), sia quando si legge (o ci si ripensa).

Perciò, ove dovesse accadere che sia (una volta tanto) io a mandarti a quel paese, sappi che NON sono io. : )))
Scherzo... O comunque, se proprio fossi io (ehm... mi pare sia capitato), sappi che me ne pento. Molto. Non si fa. Mai.
Tuttavia, penso sempre che la cosa sia del tutto normale. Se Socrate aveva il daimon, mica era il figlio della gallina bianca.
Beh, quantunque forse più scalcinato del suo, il daimon ce l'ho anch'io.   : )))

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti