Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "La realtà è una cospirazione creata dall..." di Roger Penrose


14
postato da , il
Cristallina, credo proprio che Pino
voli sul gradino.

Il mio problema è attendere.
13
postato da , il
Vorrei avere la tua sicurezza e ottimismo, Giuseppe!
Mi piace, e, ti stimo per il modo che hai di vedere  e interpretare la vita.
Ciao.
12
postato da , il
L'illusione dei sensi di cui parla Penrose ha due caratteristiche: quella  di essere immediata (non c'è bisogno di pensarci su per percepirla) e quella di essere (più o meno) uguale per tutti. Questo fa indubbiamente sì che per muoversi nell'oceano della vita non si possa assolutamente prescinderne. Se però riuscissimo ad acquisire prima e a mantenere poi la coscienza che si tratta di un'illusione, ed a raggiungere un più elevato stadio di consapevolezza, per un verso sottovaluteremmo taluni problemi che ci appaiono giganteschi; per l'altro potremmo forse trovare a molti problemi soluzioni decisive ed inimmaginabili.  Insomma: gestire l'illusione senza esserne schiavi. Ma mi rendo conto che a tutto questo solo in rare occasioni siamo realmente pronti.
     Diciamo dunque che si tratta di un limite dell'umanità per quello che è il suo attuale stadio di evoluzione. Ma non credo che sarà per sempre così, perché il gradino ulteriore lo si vede chiaramente; e quando un gradino lo si vede, prima o poi lo si sale.
11
postato da , il
Condivido, Pino.
Hanno le stelle sotto i piedi
ovverosia
calpestano le stelle.
10
postato da , il
-ILLUSIONE DI NORMALITA'-,si penso tu abbia ragione...Però se non ci fosse l'illusione nella nostra vita non avremo ne forza ne  coraggio per affrontarla quando questa ci mette alla prova chiedendoci capacità di scelta, intuizione e determinazione.

Penso che l'illusione sia "un limite dell'umanità". Senza di essa non avremo il coraggio e la forza di affrontare le difficoltà di tutti i giorni.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti