Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "L'ozio è la chiave della verità." di Marco Oliverio


32
postato da , il
Attenzione: per dottrina cristiana intendo CIO' CHE DOBBIAMO (o meglio: dovremmo) fare ed essere, e non se esista l'inferno, il purgatorio, il paradiso, o quante siano le legioni degli angeli, o qualsiasi altra elucubrazione teologica: son tutte cose, queste ultime, che non hanno nulla a che vedere con i parametri del nostro essere e del nostro vivere.
31
postato da , il
Preciso ancora: anche se Cristo fosse una favola, non cadrebbe neanche una pietrina della dottrina cristiana. E' questo che mi ha convinto, sin dall'inizio della mia vita.
30
postato da , il
Secondo me né l'antico, né il nuovo testamento (che insieme costituiscono la Bibbia), in quanto scritture, possono essere "ispirati". Ispirati possono essere una dottrina, o una persona. Orbene, anche a prescindere dalla storicità della figura di Gesù Cristo (cosa di cui peraltro sono convinto), la sua dottrina (semplice semplice: non fare ad altri ciò che non vorresti fosse fatto a te, cioè ama l'altro come te stesso, con tutto ciò che ne consegue) è in tutta evidenza ispirata, e questo dovrebbe essere sufficiente per aderirvi.
    Non hai dunque alcun bisogno del vero storico per convertirti. :))
29
postato da , il
Leggo, caro Pino, le tue convinzioni cattoliche: “credo” di aver capito che tu intenda l'Antico Testamento “ispirato”, Cristo il “vero storico” dei Vangeli e che l'asino casca per il peso delle some diverse caricate sul basto da parte delle caste sacerdotali.
Se il “vero storico” fosse per me sacrosanto non avrei alcunché da eccepire sul tuo ragionamento rigorosamente conseguenziale,.
28
postato da , il
Colgo l'occasione per evidenziare, relativamente a quanto dice Flavia circa le mille scissioni e sette cristiane, che queste scissioni SI BASANO SU DIFFERENTI INTERPRETAZIONI DEI TESTI SACRI. Ciò che davvero mi risulta incomprensibile è come, in presenza di queste scissioni per diversa interpretazione (fenomeno peraltro presente in tutte le religioni codificate in un testo "sacro"),  si possa continuare ad affermare che la Bibbia è "ispirata". COME PUO' ESSERE ISPIRATA UNA SCRITTURA??? Qualsiasi scrittura ha bisogno di essere interpretata !! E' allora ispirata l'interpretazione? E chi lo dice? Chi la interpreta??  :)
    Come vedi l'asino casca, cara Flavia; ma facciamolo cascare dove casca davvero, e non dove trotterella felice e sereno. Traduzione: casca SUL POTERE DI INTERMEDIAZIONE, CIOE' SUL POTERE SACERDOTALE, casca sull'orgoglio e la presunzione settaria; non sui sedicenti "cristiani" (che valgono tanto, quanto alunni delle scuole elementari), nè sul cristianesimo inteso come dottrina, nè tanto meno sulla figura di Gesù Cristo, che, nel cristianesimo, è l' UNICA COSA CHE IMPORTI.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti