Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Ogni paese in ogni tempo ha il regime che..." di David Lee Masters


7
postato da , il
Capisco il tuo commento, Bea....non e' facile essere eroi. Per chi e per cosa, poi, bisognerebbe diventarlo? Penso che anche gli ignavi, siano eroi silenziosi, impegnati a mandare avanti l'economia famigliare, stringendo i denti per far quadrare i conti che fanno fatica a tornare.Perche' dovrebbro tralasciare le preoccupazioni domestiche e prendersi la briga di protestare, schiamazzare per una giustizia sociale che non c'e'? Ma una volta, però, gli operai trovavano il tempo e la voglia per scendere in piazza accanto agli studenti e far sentire il loro dissenso. Adesso c'e' un silenzio asordante.....ci si accontenta di portare a casa la pagnotta, ed e' già tanto. Io non critico gli ignavi, capisco le motivazioni della loro accodiscendenza. Spero solo che, servisse a qualcosa, facciano, almeno, una breve analisi di chi ci ha governato, bocciando  inesorabilmente chi ci ha portato alla rovina morale ed economica. Ci restano gli studenti che scendono in piazza per protestare, nostante manganelli e pugni. Loro si, sono la nostra meglio gioventù.
6
postato da , il
C'è chi nasce pastore e chi nasce pecora
è la legge del buon pastore e della pecora smarrita
5
postato da , il
“Ogni paese in ogni tempo ha il regime che merita”
sembrerebbe ineluttabile, come se  per negligenza il popolo venisse giustamente  punito dal  regime.
Così ieri l'Italia si è meritato il fascismo, la Russia il comunismo, la Germania il nazismo. Oggi ci siamo meritato il berlusconismo.
Tu dici, “per ignavia”, scheggia!
Io dico: - Beati gli ignavi, ignudi come ve-rmi, mangiano la pagnotta e sono ricattabili, lottano per la sopravvivenza pertanto si accodano a destra o a sinistra, oppure al centro,  devono lavorare perché senza il lavoro degli ignavi crollerebbe l'intera impalcatura, ossia la dirigenza, ovverosia il regime , che si chiami fascista/comunista  non ha importanza.
Menenio Agrippa insegna, tant'è, nonostante la rivoluzione marxista -leninista, i proletari russi lavorarono sodo per il mantenimento della dirigenza comunista e  (sic!) senza gli intervalli a luci rosse dei bunga-bunga.
Orbene, cosa ci resta per non passare alla Storia come un popolo di ignavi?  Forse, se riuscissimo ad organizzare uno sciopero ad oltranza dei lavoratori di tutto il mondo ( solo quelli che producono ricchezza )

Bisogna però trovare i fondi per sfamare le loro famiglie altrimenti ci saranno i Menenio Agrippa di turno.
Ma, anche se si riuscisse a superare lo s c o g l i o dello  sciopero,  lo sciopero dovrà pure avere un termine, a meno che non arrivi la nuova manna dal cielo.(Dio provvede)
Quindi terminato lo sciopero ci sarà necessariamente l'inchino (sic!) della nave a un  Capitano, o un gruppo di capitani, per la guida del popolo, ovverosia il Regime,  la fal-la nella nave.
Dici “per ignavia” scheggia?
Io dico, per ingordigia dei Capitani.
Non c'è nulla da fare.
Era meglio morire da piccoli..
4
postato da , il
Sembra incredibile quanto sia stata involutiva la civiltà greca.
Evoluzione e progresso : antipodi democratici.
3
postato da , il
Hai espresso molto bene il concetto!!!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti