Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Frase ID 154607


25
postato da , il
l'altruismo e la bontà d'animo in funzione di egoismo e vanagloria....beh non sempre è così, ma è anche così, ma se un povero disgraziato usufruisce di un qualsiasi aiuto benevolo e gratuito anche da un egoista, che male c'è?
peggio per quel pallone gonfiato...no?
certo se all'altruismo si unisce l'umiltà, non c'è pericolo di egoismi e di inganni o di falsità...
se tutti ce ne stessimo a guardare per non essere giudicati falsi , ipocriti ed egoisti , chi aiuterebbe chi ha bisogno?
come interpretiamo allora i missionari?
mi dispiace ma mi trovate su quel fronte e non mi sento niente di tutto questo e neanche
24
postato da , il
Caro Vincenzo grazie per  il tuo commento. Ma anche quì non voglio appropriarmi di meriti che non ho. Non sono le donne particolarmente tenaci ma sono solo le persone ad esserlo.
Noi donne non possediamo niente di più di voi come voi non possedete nulla in più di noi. Ci possiamo solo distinguere per differenze genetiche atte a far si che la donna possa
avere qualità differenti dalle vostre e viceversa. Forse l'unica carta che mi giocherei potrebbe essere quella della sofferenza. Noi donne abbiamo più capacità di sopportare sofferenze fisiche e psicologiche , ma questo è dovuto non alla nostra volontà, ma dalla natura che infligge pene al nostro corpo, quindi anche la nostra mente riesce ad munirsi di quella pazienza e
e coraggio che ci contraddistinguono.  (naturalmente in senso generale).  ....................e poi vuoi mettere balliamo molto meglio di voi!!!! ciao
23
postato da , il
Il problema va inquadrato in un ottica diversa. Io credo che dare aiuto al prossimo (entro certi limiti) sia corretto. Ma credo anche che la situazione anomala é quella dove esiste il furbo che sfrutta l'altruista e l'altruista che si comporta da stu*pi*do lasciandosi "sfruttare". Due situazione limite che però, probabilmente, soddisfano dei bisogni di queste persone.

Personalmente credo che l'altruismo non sia un danno, i danni sono sempre nelle esagerazioni.
22
postato da , il
Credo che seppure  vi possa essere alleviamento del malato  - possibilità esclusa dalla frase-  questo una volta guarito e dunque  in grado di procedere senza più le cure offertegli, più o meno ipocritamente  ed egoisticamente, ebbene questo individuo , che può essere indicato come un essere umano o una organizzazione sociale , si limiti a succhiare dal capezzolo dell' altruista.
E' questo stesso fatto ad essere negativo e biasimabile non solo dalla prospettiva del malato ma anche da quella dell' altruista : entrambi soddisfano un desiderio di cui si ignora completamente l' utilità reale , fatta salva l' ipotesi di trovarla nella lattazione - che  regolandosi da sè a seconda delle esigenze del cucciolo , implicherebbe- in tal senso-  la  biunivoca utilità.
21
postato da , il
Alla verità ci si avvicina osservandola da tutti i punti di vista. Nessuno di noi può credere di essere dispensario della verità; credo che ognuno di noi ne abbia solo una parte. Forse siamo troppo piccoli o abbiamo ancora vissuto troppo poco per avere accesso alla verità.

L'altruismo è un egoismo. Ma io credo che sia un egoismo positivo. Aiutare qualcuno è utile alla società. Infatti io credo che più che essere altruisti i singoli dovrebbe esserlo principalmente la società.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti