Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Il tempo scrive lento la nostra storia, il..." di Maria De Benedictis


24
postato da , il
Aurora è un nome bellissimo, poesia in una sola parola.
sai anch'io a volte mi sento schiacciata verso il suolo, come se fossi capace di sentire la forza di gravità, ma è una sensazione....
anche io quando ho attraversato periodi tragici, mi sono sentita manipolata da una forza demoniaca che mi portava sempre verso soluzioni che poi si ritorcevano contro di me.
così dentro diventa una lotta tra il bene e il male e il male soccombe l'anima, il bene ti dà ossigeno e ti regala quella lucidità per capire cosa è meglio per noi...poi sta a noi se scegliere l'uno o l'altro!
Ciao e scrivi quando vuoi
23
postato da , il
Scusa Maria se mi insinuo ancora in questo discorso, ma volevo solo aggiungere il sunto di quanto ho pensato sull'argomento.

Appurato che gli uomini sono più propensi alla razionalità e le donne alla fatalità... vorrei sapere...:
Ho passato dei periodi neri in cui quasi non respiravo più per le angosce e quando ho cominciato a pensare che non avevo più forze per reagire succedeva qualcosa che non avevo previsto che mi dava un po' di ossigeno.
E' una cosa che ho constatato varie volte e che mi fa sentire ogni volta come un insetto imprigionato in un barattolo,in balia di una mano che lo tortura...
Qualcuno ha mai provato una sensazione simile?

Scusa ancora Maria e grazie  per avermi prestato il tuo spazio :-)
22
postato da , il
parli di casualità e di causalità....vedendola così, allora la mia vita è tutta
una conseguenza...

GRAZIE A TUTTI PER QUESTI COMMENTI MI AVETE DATO LA POSSIBILITà DI RIFLETTERE TANTO E DI METTERE LA MIA VITA SOTTO PROSPETTIVE, LUCI, COLORI E SAPORI DIVERSI...
NON SI FINISCE MAI DI IMPARARE!!!
21
postato da , il
In ogni contesto umano, avulso dalla religiosità, la casualità per come la conosciamo ha un ruolo predominante, le teorie scientifiche più accreditate rendono la casualità come "l'orizzonte degli eventi" un universo senza casualità e causalità ma con la predeterminazione del fato non sarebbe più un universo in espansione, un universo infinito, come dice Sir-Jo ci potremmo limitare a vegetare, il calcolo delle probabilità non servirebbe a nulla e i viaggi nel tempo, in particolare nel futuro, forse sarebbero possibili, ma per fortuna nostra non è così, ciò che viviamo giornalmente è frutto della combinazione di un numero infinito di variabili che rendono l'esistenza nella sua immutata e feconda variabilità di eventi e di sensazioni che ci si propinano.....esistono poi vite in cui la casualità predomina ed altre in cui la causalità riveste un ruolo dominante, purtroppo non ciè dato scegliere fra dominanza di casualità e causalità.... scusate il pragmatismo ma anche in questo esiste la poeticità della vita, ciascuno di noi può aspirare ad un futuro ad una vita come la desidera, ognuno può costruire il proprio futuro, l'importante è costruirlo nel bene  !
20
postato da , il
come contrariarti!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti