Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Il tempo scrive lento la nostra storia, il..." di Maria De Benedictis


4
postato da , il
Io invece non riesco a fare a meno di crederci, che quando ti trovi in un posto in cui non avresti dovuto essere e ti succede qualcosa, è il destino che ti ha portato fin lì.
Ciao a tutte e due. :-)
3
postato da , il
scusa per tutte le i che salto, ma ho un problema col tasto...
2
postato da , il
già le nostre radici sono il nostro destino, non scegliamo noi dove nascere, da chi e quando...
Poi crescendo le stesse cose ci condizionano a scelte a volte inevitabili da prendere....
pensa a quei poveri africani etiopi che nascono e muoiono e se non muoiono vivono senza futuro se non nella miseria e nel dolore...non sono forse destinati? Non sono senza possibiltà di scelta?
noi siamo privilegiati,se così si può dire, perchè una volta adulti possiamo decidere per la nostra vita e modficare il destino, deviarlo, ma le ragioni del cuore che ci portano a quella scelta, non ci lasciano una ferita? e non era destinata a noi?
beh, io penso che siamo destinati a qualcosa e che se non ci piace allora le dchiariamo guerra!
1
postato da , il
Ciao Maria...
Eterno dilemma: esiste o no il destino? Chi non se l'è mai chiesto?
Fino a poco tempo fa credevo che il nostro destino fosse solo nelle nostre mani e che fossero solo le nostre scelte a determinarne il suo corso...ma una serie interminabile di eventi mi hanno fatto ricredere su questa mia convinzione.
Non ci credo più. Non è vero che siamo noi a influenzare il destino con il nostro comportamento.
A questo punto non mi resta che pensare che per ognuno di noi c'è qualcosa che è già stato scritto.

Magari posso concedere che all'interno di questo tracciato sta a noi fare le nostre scelte e che siamo responsabili di queste ma, da qui a dire che siamo padroni della nostra vita e che possiamo fare tutto ciò che vogliamo, se davvero lo vogliamo...non ci credo più.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti