Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Il "mai" e il "per sempre" sono tempi infiniti..." di Silvana Stremiz

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

10
postato da , il
Il problema, secondo me, è nel piccarsi di una correzione, non nel muoverla. Per restare nell'ambito faceto che ti "aggrada", facciamo l'ipotesi che uno esca di casa senza chiudere la zip dei pantaloni. Secondo te chi è l'amico, quello che gli dice "chiudi la gabbia", semmai anche in ppubblico e senza conoscerlo, o quello che lo guarda, non gli dice niente, e semmai chiama un altro, e un altro ancora, invitando altri a deridere anche loro lo spettacolo?
    Se poi quel tale dice: "la zip va bene così"... beh, è quello il momento di rimanere stupefatti...
    E poi: noi possiamo addirittura VOTARE le frasi e le poesie...
    Non ti pare onesto e serio votarle esprimendo i motivi? Ti piacciono di più i commenti "bellissima...", "stupenda...", "meravigliosa...", o semmai gli 1 a tradimento?? No, no, quando io voto basso ne spiego il perché. Diversamente: togliamo la possibilità di votare le frasi, ed esponiamole in vetrina... Ma a quel punto il sito dovrebbe cambiare nome, e chiamarsi: passerella di aforismi e poesie.
   Credimi, è importante che alle parole si intreccino i pensieri, e viceversa. Solo così si può crescere sul serio.
9
postato da , il
Da ultimo, quanto alle "frange" da frequentarsi, ti faccio presente che questa è una frangia poetica e culturale: addirittura siamo su una frase di Silvana Stremiz... e dunque, forse, sei tu che stai frequentando una frangia non scherzosa nè superficiale, e che dunque non dovrebbe "aggradarti" (voce del verbo "aggradare", oggi in uso, però, solo nella terza persona singolare dell'indicativo presente: verbo che mi pregio riesumare per l'occasione al solo scopo di darti un contentino demenziale di cui, a quanto dici, hai tanto bisogno).
8
postato da , il
Yeratel, guai se il sito o chiunque in sua vece correggesse le frasi !!! Nessuno può averne il potere... Per carità, non diciamo eresie, giuridiche prima che letterarie...
    Le frasi sono quelle che sono. Se si scrivono seriamente, vanno scritte in italiano. Se invece si scrivono per far ridere, si possono scrivere in tutte le lingue, anche in marziano, come forse avrai colto da una recente composizione "doc" marziana che ha partecipato al concorso interplanetario.
    Ma ho deciso di farti felice. Ogni mese, in un apposito angolo dedicato all'imperfetto e al demenziale, posterò  uno scritto "pieno di errori e di tutto ciò che di peggio si vuole", a beneficio tuo e di ogni "superficiale sgrammaticato".
    Per questo mese, mi dispiace, le mie fonti di ispirazione hanno reso  disponibile solo un dolente "lamento d'amore marziano" . Ma forse, anzi sicuramente, vedrai che presto le mie Muse si illumineranno di nuova luce.  : )))
7
postato da , il
Quanto alla frase, è in realtà una parafrasi del noto "mai dire mai", con l'aggiunta, però, anche di un  "mai dire sempre"; un'aggiunta che non guasta, perché il mai e il sempre non appartengono all'uomo (nessuno, tranne l'immarcescibile Vincenzo Cataldo, vive per sempre), e quando li pronunziamo parliamo, purtroppo, solo per iperbole.
6
postato da , il
Cataldo, legga bene i commenti precedenti...
Ha espresso la mia identica opinione...  : )))
Comunque, la ringrazio di avermi dato ragione.
(Ma come lo vuol fare, il polemista, se poi si fa infilzare come un pollo allo spiedo??  : )))

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati