Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Il "mai" e il "per sempre" sono tempi infiniti..." di Silvana Stremiz

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

35
postato da , il
Noooooooooo nun je la posso fà!!! commenti troppo lunghi nn ce la faccio a leggerli
34
postato da , il
Paolo, ammesso che a te piaccia il calcio, e che tu possa scegliere tra due canali TV che trasmettono due diverse partite, poniamo una dell'Albinoleffe e una del Barcellona, che fai? A meno che tu non sia uno sfegatato tifoso dell'Albinoleffe, ti sintonizzi sulla partita del Barcellona...
       E' dunque retorico chiedersi se la mia scelta degli autori sia stata casuale: non lo è stata.
        Ti dirò, nella massima sincerità, che, resomi conto da tempo di talune "stecche" di qualche tenore, sono stato in serio dubbio se "partire" e compiere o meno il "delitto di lesa maestà"; ma poi ho pensato che ero portatore di elementi obiettivi e non di opinioni; che non agivo per motivi personali; ma soprattutto, come ho detto in altro luogo, che l'errore di un quisque de populo non ha la possibilità di fare scuola, mentre l'errore di autori conclamati può, in lettori sprovvisti delle necessarie basi culturali, ingenerare il vizio logico dell'ipse dixit, con l'imitazione e lo svilimento culturale che ne consegue: e ho deciso di intervenire.
          Con la medesima sincerità, ritengo che gli attacchi continui cui vengo ormai da tempo sottoposto (e che sopporto pazientemente senza rispondere ad offesa con offesa: tra cui ultima questa dei gratuiti e ri*sibili "pareri su Giuseppe", quasi che io fossi un imputato in attesa di giudizio) siano per gran parte espressione di una sorta di "spirito di parte" favorevole agli autori menzionati, che vede in quel "delitto di lesa maestà" una sorta di peccato originale grave ed imperdonabile.
         Orbene: io, per inveterata abitudine, sono abituato a riconoscere una sola autorità: quella del genio e della competenza, in qualsiasi campo e forma essa si eserciti e si manifesti, fosse anche solo nel dare calci a un pallone, o, appunto, nello scrivere poesie. Mi auguro di riuscire, nel tempo, a far sì che molti altri entrino in questo ordine di idee, che ritengo più sano di qualsiasi schieramento,  faziosità o ipse dixit.
      Se questo è "metter zizzania"... ebbene, allora sì: sono lieto di seminarne a piene mani.   : )))))))
33
postato da , il
Giosc cara, sfogarsi fa sempre bene!
Il fatto che tu abbia un opinione diversa di una persona rispetto alla mia, mi sembra una cosa di bassa rilevanza, probabilmente abbiamo vissuto la stessa persona in modi diversi.
Ciò non toglie che se alla base c'è chiarezza e volontà di comprendersi penso si possa arrivare ovunque.
Daccordo riguardo a diversi punti del tuo commento, ma credo che per migliorarsi ci sia sempre il tempo.
Per quanto riguarda Giuseppe, credo che il riferimento al crear zizzania sia implicito nella scelta degli utenti che hai deciso di correggere, se questa fosse casuale, nulla in contrario, ma se così non fosse, sarei portato a pensare che il tuo amore per la lingua italiana (che approvo) è solo secondario rispetto a scopi diversi.
Mi affido alla vostra sincerità.
Saluti.
32
postato da , il
Mi dispiace Carmelo di aver offeso la sua sensibilità, anzi averla nauseato, ma se devo scegliere ta mentire  per diplomazia o dire quello che penso anche nauseando, scelgo la seconda ipotesi.
Saluti.
31
postato da , il
Mi piacerebbe poi, Giosc, conoscere il tuo "parere su Giuseppe"...
   Sei anche tu come il faraone di cui si parla nel libro dell'Esodo (quello di Mosè), che "non aveva conosciuto Giuseppe" ??  : )))
   Io sinceramente su di te non ho opinione alcuna, anche se - ripeto - talune tue prese di posizione mi risultano incomprensibili, e per questo tento da tempo, senza riuscirvi, di dialogare serenamente.
   Rilassati, rifletti pacatamente, e vedrai:
1) che questo è un sito letterario;
2) che grammatica e sintassi sono la base della letteratura;
3) che motivare i propri commenti è la cosa migliore che si possa fare per dare un senso ad un sito letterario;
4) che a livello letterario non esistono nè partiti nè fazioni, e dunque neanche vi sono zizzanie da seminare;
5) che queste zizzanie non potrebbe assolutamente seminarle la grammatica italiana.
        Mi sembra che non si possa parlare più chiaramente e pacatamente di così...

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati